Home / Politica / “Vietri di Larino, lasciato in balìa di se stesso”

“Vietri di Larino, lasciato in balìa di se stesso”

“Con riferimento agli ultimi eventi relativi al Piano Operativo Sanitario ed all’ ormai pluriannuale stillicidio della Sanità Regionale che ha coinvolto in modo particolare il Basso Molise, con la chiusura dell’Ospedale Vietri di Larino, lasciando un intero territorio senza pronto Soccorso e senza reparti e posti letto, questo Movimento esprime il proprio totale dissenso a quanto sta accadendo, invitando tutte le istituzioni e gli enti preposti ad attivarsi nell’immediato per bloccare questo processo ed inoltre affinché vengano ristabiliti i Lea (livelli essenziali assistenziali), per garantire quei servizi per i cittadini/contribuenti”. Lo scrive Donato Frate de il Movimento Consumatori.
Vi è oltremodo l’aspetto, importantissimo, delle patologie tempo-dipendenti, quindi ecco l’utilità delle strutture di pronto soccorso dislocate sul territorio regionale, e non fuori regione. Tutti ricordiamo bene i tragici eventi e le odissee degli ultimi anni!
Inoltre dobbiamo smetterla con la “barzelletta” che il Molise è un “quartiere di Roma”, in quanto le strade di collegamento tre i vari nosocomi, il dissesto idrogeologico e tutte le peculiarità del nostro territorio, l’assenza di una rete di Elisoccorso e tutte le altre criticità, non possono assolutamente paragonarci ad un “quartiere di Roma”.
Altra considerazione, non da meno, è l’aspetto della mobilità passiva, cioè di pazienti molisani che sarebbero costretti ad essere curati in altre regioni (Abruzzo, Campania e Puglia) per gli interventi più gravi e più costosi, riducendo il Molise a “contribuente” di altre regioni.
Pertanto il Movimento Consumatori, esprimendo massimo dissenso allo stillicidio del sistema sanitario nella nostra regione ed esprimendo massima solidarietà a tutti gli operatori del settore, che spesso lavorano in “emergenza” , attiverà anche in concertazione ogni iniziativa atta alla tutela degli interessi dei cittadini molisani, per la tutela del diritto, costituzionalmente previsto, alla salute.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Fismu: Piano operativo sanitario che distrugge la sanità molisana

Ieri una delegazione di Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti, guidata dal segretario regionale Ernesto La …

Un Commento

  1. Maria Giulia Castaldi

    E’ l’UNICO ospedale costruito con criterio e con dettami antisismici, l’unico normale in regione a livello di funzionalità e razionalità, e invece è un deserto di reparti. Oculistica? Avrebbe potuto essere il fiore all’occhiello ed aver sede lì, e invece è un immenso insieme vuoto. In Molise ci vuole lo stato marziale, ormai chiunque si avvicendi al governo della regione dimostra in pieno la sua inadeguatezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *