Un uomo suona il sassofono mentre viene operato al cervello in Italia

Il 35enne suona il sassofono durante un intervento chirurgico al cervello a Roma.

Rapporto Golfo di oggi

I medici italiani hanno operato con successo un paziente che è rimasto sveglio e ha continuato a suonare il sassofono.

Il Paedia International Hospital di Roma ha detto che il paziente di 35 anni è rimasto sveglio suonando il sassofono durante un intervento chirurgico di 9 ore per rimuovere un tumore dal cervello, senza dire il suo nome.

I medici hanno affermato che la performance musicale ha permesso ai chirurghi di determinare le sue varie funzioni cerebrali durante l’operazione, secondo i media locali.

Il dottor Christian Brugna, che guidava l’équipe medica, ha affermato: “La chirurgia da sveglio consente una mappatura molto precisa delle reti neurali che sono alla base di varie funzioni cerebrali come giocare, parlare, muoversi e ricordare”.

Ha sottolineato che “l’obiettivo dell’intervento chirurgico da sveglio è rimuovere un tumore al cervello o una malformazione vascolare come i tumori cavernosi situati in determinate aree del cervello, senza influire sulle altre funzioni vitali del paziente”.

Il paziente ha suonato la canzone principale del film “Love Story” del 1970 e l’inno nazionale italiano, in vari momenti durante l’intervento chirurgico, spiegando in seguito di essere stato calmo e senza paura durante l’intervento chirurgico.

I media italiani hanno riferito che è tornato alla sua vita normale dopo l’intervento chirurgico.

READ  Il film di Valery Giscard d'Estaing e Nicolae Ceausescu in Romania (Galleria fotografica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.