Un produttore parla del film originale “Capitan America 3”.

meraviglia

Sulla scia del successo di “Captain America: The Winter Soldier”, i Marvel Studios hanno scelto di andare avanti con un terzo capitolo della serie, che è diventato “Captain America: Civil War”.

Prima di arrivare a questo punto, il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige aveva liquidato un concetto di base diverso per il film che il produttore Nate Moore e altri membri del team stavano sviluppando come un possibile “Capitan America 3”.

In un’intervista con Città In un recente podcast, Moore ha rivelato che la storia sarebbe stata originariamente costruita attorno a un MacGuffin molto diverso dagli Accordi di Sokovia per il film finale:

“Stavamo sviluppando Captain America 3, e lo stavamo facendo [doing] veramente buono. Winter Soldier ha funzionato, le persone sono tornate, erano interessate, stavamo parlando di un film e sapevamo che dovevamo risolvere la storia di Winter Soldier.

Volevamo che Cap e Bucky si unissero finalmente. E la trama che… e sapevamo di voler usare Zemo. Che personalità straordinaria. Sai, è ovviamente un cattivo classico. E stavamo girando il film su un MacGuffin su Madbomb, che, Madbomb esplode e fa sì che le persone normali inizino a litigare tra loro. Onestamente è un po’ simile a quello che penso abbiano fatto su Kingsman”.

Moore e il team pensavano che stesse andando bene finché Feige non è intervenuto e ha detto che il progetto non era “abbastanza grande”:

“Era bello, era spento, era politico, qualunque cosa, e [Feige] Era tipo “Questa non è un’idea abbastanza grande, ragazzi”. E noi diciamo: “Scriviamo una bozza e te lo dimostreremo”. [Feige:] “Bene, dimostramelo.”

Già che abbiamo finito… Mi accompagna nel suo ufficio e dice: “Sai, penso che dovremmo provare a scatenare una guerra civile”. E io ero tipo, Kevin, non abbiamo la metà delle cose che sono in Civil War. Non abbiamo i New Warriors, non abbiamo… Ecco tutti i motivi per cui non possiamo farlo.

E lui dice: “Vai a casa, leggilo, parliamone”. Quindi sono tornato a casa quella sera, l’ho letto… l’ho riletto”, perché l’avevo già letto prima, ed ero tipo, “Sì, guarda, non abbiamo la prigione della zona negativa…” di cose che non avevamo.

Nonostante non avesse tutti questi elementi, Feige era ancora molto fiducioso sull’adattamento di Civil War e ha detto alla stanza dello scrittore di cambiare rotta:

Quindi sono andato nella stanza degli sceneggiatori con Marcus, McFeely, Joe, Anthony e Kevin ha appena fatto capolino e ha detto: “Allora, fermate Madbomb, ragazzi state facendo una guerra civile”. E io ero tipo “Uh, e…” E Joe diceva “Sì! Guerra civile? Favoloso!’ E poi abbiamo dovuto capire come fare una guerra civile.

Ma ha detto: “Non c’era un’idea abbastanza grande da entusiasmare la folla, e l’abbiamo fatto. Guarda, è stato spaventoso, e quando scarichi tutto e ricominci, è sempre un po’ strano, ma aveva ragione. Era giusto.” Eravamo ancora in grado di ripagare la storia di Bucky. Stavamo ancora cercando di capire come usare Zemo. Ma l’idea centrale del film era qualcosa da cui il pubblico era attratto, e lo hanno fatto.”

“Civil War” all’epoca finì per essere un progetto nello stile di “Avengers 2.5” – contrapporre Capitan America a Iron Man e introdurre sia Black Panther che Spider-Man nell’MCU – importanti missioni a sé stanti.

READ  Steven Spielberg ha pubblicato un nuovo poster intitolato The Fabelmans - The Hollywood Reporter

Il quarto film, “Captain America: New World Order”, arriverà nei cinema il 3 maggio 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.