Home / Politica / Trasporto su gomma, bloccate le tessere ai disabili. Da 3 anni la Regione non paga. L’assessore Niro, che dice?

Trasporto su gomma, bloccate le tessere ai disabili. Da 3 anni la Regione non paga. L’assessore Niro, che dice?

Ora, siamo all’assurdo. L’assessorato regionale ai Trasporti, da tre anni, non paga le imprese del trasporto su gomma per le tessere di libera circolazione ai disabili che essa stessa rilascia. Così, da questa mattina i disabili saranno costretti a pagare il biglietto. La lettera dei 28 concessionari del trasporto è stata inoltrata all’assessore Vincenzo Niro sottolineando di non avere ricevuta alcuna risposta ai solleciti dei pagamenti, fatti con lettere dell’8 marzo e del 19 settembre, delle ultime tre annualità. Un’altra perla dell’assessorato regionale ai Trasporti che, pure, in bilancio deve avere le relative somme perché le tessere di libera circolazione per i disabili sono contemplate da apposita legge regionale. Le stesse, ricordiamo, vengono rilasciate agli aventi diritto dalla Regione, su richiesta specifica dei Comuni, enti ai quali va presentata la domanda e la relativa documentazione, sia per quel che riguarda i rinnovi, sia per le nuove emissioni. E, allora, perché da tre anni l’assessorato ai Trasporti non versa i relativi fondi alle imprese? Ma, poi, si trovano 500mila euro da assegnare ai consulenti esterni per elaborare un bando di gara. Ci sembra di trovarci dinanzi a un disequilibrio che va a tutto danno dei cittadini più deboli. Senza considerare che siamo alla vigilia di un terzo giorno di sciopero, lunedì 16 dicembre, da parte degli autisti. Un braccio di ferro mai registrato prima e che rischia di portare all’implosione del sistema dei trasporti su gomma con i cittadini privati dei servizi, 80 autisti da licenziare e imprese che chiudono. E, tutto questo, in assenza di un Piano dei Trasporti. Ma l’assessorato regionale ai Trasporti, domanda il cittadino, ha un assessore?

Di admin

Potrebbe Interessarti

Unilever, ancora dubbi sulla permanenza a Pozzilli. E’ sciopero

Martedì 21 gennaio, presso la sede dell’Associazione Industriali del Molise, si sono incontrati: la società …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *