Home / Politica / Trasporto pubblico, si torna al confronto in Prefettura

Trasporto pubblico, si torna al confronto in Prefettura

In Prefettura a Campobasso, si è tenuto un incontro con tutte le Istituzioni competenti, la parte datoriale e quella sindacale per affrontare le problematiche connesse al settore del trasporto pubblico regionale, più volte sottoposte all’attenzione della Prefettura e delle Amministrazioni interessate.
Nel corso della riunione, alla quale hanno partecipato il Presidente della Regione, l’Assessore regionale ai trasporti, il Vice Prefetto Vicario reggente della Prefettura di Isernia, i Rappresentanti dei Sindacati Faisa CISAL Filt CGIL, Fit CSL, UILT e UGLA e dei datori di lavoro ANAV, CO.TR.A.M e C.S.M.M., nonché un rappresentante degli studenti molisani, sono state approfonditamente discusse le maggiori criticità del settore, con particolare riferimento alla corresponsione degli emolumenti ai lavoratori e dei contributi regionali alle aziende, ai contratti di lavoro, alle procedure di gara per l’affidamento del servizio, alla situazione del parco mezzi.
Alla stregua del positivo confronto tra tutti i partecipanti il Prefetto Federico e il Presidente Toma hanno condiviso la necessità di istituire, in tempi brevi, un tavolo tecnico presso la Regione per l’analisi delle questioni che attengono specificamente i rapporti tra la parte datoriale e l’Amministrazione regionale, al fine di avviare con celerità percorsi risolutivi.
Nel contempo è stato concordato, su proposta del Prefetto, di aggiornare l’odierna riunione al 19 marzo 2020 per verificare congiuntamente lo stato di attuazione degli interventi frattanto pianificati.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Per 7 chilometri non si chiude opera irrigua da 75 milioni di euro. Lo sa l’assessore Niro?

Nel 2014 il Consorzio di bonifica  Larinese appalta, per 75 milioni di euro, il progetto …

Un Commento

  1. Speriamo che ai cosiddetti tavoli faccia seguito qualcosa di concreto e non una lunghissima serie di altri tavoli….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *