Home / Politica / “Toma, solo approssimazione politica”

“Toma, solo approssimazione politica”

“Un’approssimazione politica con soli annunci spot e il vuoto. Questa l’attività politica della Giunta regionale Toma”. Non ha avuto mezze misure il consigliere regionale del Pd, Micaela Fanelli nel corso della conferenza stampa, con il capogruppo Vittorino Facciolla, per fare il punto dell’attività svolta dal gruppo in aula. Per i consiglieri regionali del Partito democratico, alla maggioranza manca una visione strategica dei problemi mentre completamente assente è l’azione politica svolta dagli assessori. Per i consiglieri del Partito democratico continuando di questo passo il rischio è la stasi della regione.  Per il consigliere Fanelli, “l’approssimazione politica della Giunta Toma non ha consentito al Molise di ripartire. Una Regione, tra l’altro, che non riesce ancora a dotarsi di una legge per l’attuazione degli indirizzi comunitari. Noi la proposta l’abbiamo presentata ma è inopinatamente ferma in Commissione. Non ha, poi, detto cosa intenda fare per il sociale, per la riduzione ulteriore delle tasse locali. Mentre l’assessore Mazzuto è completamente evanescente nel campo delle politiche per il lavoro. Il 14 gennaio – ha aggiunto Fanelli – presenteremo una nostra iniziativa e relativa proposta con lo Svimez in Molise per un Patto per il territorio, per le Aree interne e contro il regionalismo differenziato voluto dalla Lega e dai Cinque Stelle che penalizzerebbe il Molise e l’intero Sud Italia”. Per Vittorino Facciolla, poi, il settore dell’agricoltura sta beneficiando ancora dei fondi dovuti ai Bandi del suo assessorato. “Attualmente – ha detto – non è stato pubblicato alcun bando e rischiamo seriamente, il prossimo anno, di restare fuori da qualsiasi finanziamento. Cos’, l’assessore Mazzuto che rischia di vanificare tutto il lavoro svolto nel sociale e con il bando per i Lavori di pubblica utilità rischia di vanificare le attese dei lavoratori come quelli dell’ex Zuccherificio. Noi – ha chiuso Facciolla – continueremo ad incalzare l’attuale maggioranza sui fatti concreti e con nostre proposte

 

 

Di admin

Potrebbe Interessarti

Miracolo molisano: la sede regionale di Bruxelles avrebbe aperto le porte dell’Europa al Molise! Parossismo politico e amministrativo auto celebrativo di una Regione che non si cui cura dei lavoratori della Gam, dell’Itr e dello Zuccherificio; che ha la sanità più sfessata d’Italia e un tasso di disoccupazione giovanile da primato

Apriamo le orecchie e aguzziamo l’ingegno e predisponiamoci alla standing-ovation da tributare al presidente Donato …

Un Commento

  1. Ma che cosa vi aspettavate? Non bastano 55 anni di nulla per convincerci della assoluta inconcludenza di chiunque si sia avvicendato allo scranno di palazzo D’Aimmo? Forse occorre un dipinto per spiegarlo? Inutile stare ancora a sperare: il Molise va accorpato a Marche ed Abruzzo. Facciamola finita con questa farsa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *