Home / Campobasso / Terminal delle autocorriere, pessimo biglietto da visita per Campobasso

Terminal delle autocorriere, pessimo biglietto da visita per Campobasso

E’ il pessimo biglietto da visita della città di Campobasso. Il Terminal delle autocorriere. Sono 20 anni che il terminal delle autocorriere a Campobasso è il caso amministrativo più controverso e, volendolo analizzare a fondo, più scandaloso da quando l’allora sindaco Augusto massa ritenne di doverlo aprire in via sperimentale. Sono 20 anni infatti che persiste in una serie di sconvenienze amministrative a partire dalla mancanza dei collaudi. Fosse solo questo sarebbe niente. Sono 20 anni che il terminal delle autocorriere non ha aperto al pubblico la sala d’attesa e non ha messo in funzione gli impianti igienici e non ha installato una biglietteria, non ha impiantato un sistema di sorveglianza per cui è costantemente alle mercé di vandali e utilizzatori abusivi di ogni risma. Sono 20 anni che questa situazione di usi impropri ed abusi viene tollerata e fatta passare da chi, amministrazione comunale in testa e, a seguire, l’assessorato regionale ai trasporti e l’Ufficio della motorizzazione civile e il collegio sindacale di Palazzo san Giorgio avrebbero titolo per chiedere spiegazioni, per pretendere la sanificazione degli abusi e delle illegittimità, per imputare eventuali responsabilità amministrative, tecniche, contabili e fiscali, avendo a mente che il terminal è costato circa 30 miliardi delle vecchie lire: denaro pubblico investito per pubblica utilità che però s’è persa per strada. Anzi, finisce con il rappresentare un pessimo biglietto da visita per la città di Campobasso

Di admin

Potrebbe Interessarti

#vengoconquestamiaadirvi – Asrem o Asrem

di Franco Di Biase Un caro saluto, questo “racconto” lo dovrei proprio iniziare con “in …

2 commenti

  1. Gianpaolo Mazzuccato

    Altro che New York Times e stronzate ripetute pedissequamente! Da vomito.

  2. Direttore,
    altre vergogne ci sono state tramandate dai comandanti del momento e:
    alberi:viale elena,via roma,csovitt.emanuele,via milano,viale rimembranza,via matris,parco di via Pirandello:
    scuole abbandonate:via d’amato,via roma,via delle frasche,quartiere cep,liceo scientifico.via papa giovanni,via crispi,fontanavecchia
    ruderi:hotel roxy,ex mattatoio, via d’amato,via trentino,ed adesso alle vere piu’ vergogne della citta’:
    biblioteca albino,casa di riposo pistilli,cittadelle dell’economia, exfrigomacello,ex centrale del latte,ex romagnoli,piscina di colle dell’orso,monumento di villa dei cannoni,ex igiene e profilassi…basta perché vengano i turisti a visitare le spoglie dim una citta’capoluogo? poi c’e’ il terminal che vale doppio e poi c’e’ la metroleggera che vale il triplo e ci portera’ a zonzo per il molise…Un saluto Abbazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *