Tempo più breve per fare la doccia e meno tempo nella sauna poiché gli europei hanno ridotto il consumo di energia

La pressione urgente dell’Europa per ridurre il consumo di energia sta determinando cambiamenti nella vita quotidiana mentre i paesi cercano modi per battere le basse temperature e utilizzare meno elettricità.

I prezzi dell’energia nel continente hanno è salito alle stelle quest’anno Tensioni con la Russia e i suoi paesi Ridurre le spedizioni di gas naturale. Da allora, i paesi si sono dati da fare per affrontare le ricadute economiche.

Mentre i leader ei governi dell’UE hanno cercato un approccio collettivo ai problemi sul fronte energetico, i paesi stanno già portando avanti gli sforzi per ridurre il consumo di energia all’interno delle loro giurisdizioni.

La lobby del Parlamento europeo a Strasburgo, in Francia, è visibile in una foto scattata mercoledì. Reuters ha riferito che il Parlamento spegnerà il riscaldamento nei suoi edifici tre giorni alla settimana e regolerà il termostato nei giorni rimanenti per risparmiare energia. (Jean-Francois Badias/Associated Press)

Ciò include lo spegnimento dei termostati in una varietà di edifici, incluso il Parlamento europeo.

Rapporti del Parlamento Reuters Smetterà di riscaldare e raffreddare le sue strutture tra giovedì sera e lunedì mattina. In precedenza, il riscaldamento era spento, ma non spento, nei fine settimana.

Secondo un’e-mail del Servizio di gestione ambientale del Parlamento, citata da Reuters nei suoi rapporti, anche gli edifici di Bruxelles e Strasburgo saranno riscaldati a non più di 19 gradi Celsius e raffreddati a non meno di 25 gradi Celsius e l’illuminazione esterna sarà limitata .

In Francia, le piscine sono riscaldate meno del solito, o per niente.

Questa realtà ha spinto una piscina all’aperto alla periferia di Parigi a richiedere ai bagnanti di indossare mute per prevenire emergenze mediche per chi non è abituato alle basse temperature.

Il Nogent Nautique Aquatic Centre, alla periferia di Parigi, ha reso obbligatorie le mute per prevenire emergenze mediche tra le persone non abituate a nuotare in acque fredde. Il suddetto nuotatore è stato visto nella piscina all’aperto un giovedì, in un giorno in cui la temperatura era di 19°C. (Lucien Liebert/Reuters)

Ma il riscaldamento nella piscina del Nogent Nautique è spento da metà maggio per motivi finanziari.

Il bagnino Guy Dalpairat ha affermato che l’obiettivo è mantenere la piscina aperta il più a lungo possibile, possibilmente fino a quando la temperatura non scende al di sotto dei 15 gradi Celsius.

Governo francese questa settimana Annunciare piani per ridurre il consumo di energia Del 10% nei prossimi due anni, rispetto ai livelli del 2019, incoraggia le persone a fare docce più brevi e a non riscaldare gli ambienti oltre i 19°C.

Allo stesso modo, il governo finlandese esorta il suo popolo a ridurre il proprio consumo di energia, con Agence France-Presse dopo che ha riferito Che si estende al tempo trascorso nelle saune domestiche.

Elka e Anne Niemi sono state viste nella sauna della loro casa a Vaasa, in Finlandia, il mese scorso. I finlandesi sono invitati a spegnere i termostati quest’inverno, fare docce più brevi e trascorrere meno tempo nelle loro amate saune, poiché l’Europa sta affrontando una crisi energetica sulla scia della guerra russa in Ucraina. (Oliver Morin/AFP/Getty Images)

Anche i costi energetici sono un problema per le aziende e, in alcuni casi, ridurre il consumo di energia non aiuterà molto a mantenerle a galla.

Una panetteria di 90 anni a Colonia, in Germania, concluderà le attività questo mese, con il proprietario Engelbert Schlechtrimen. Notare l’aumento dei costi energetici come motivo della chiusura in sospeso.

Ha detto all’Associated Press che ha cercato di ridurre il consumo di energia, ma è andato così lontano.

Una panetteria a conduzione familiare di 90 anni a Colonia, in Germania, chiuderà i battenti questo mese poiché i suoi operatori non possono più permettersi l’impennata dei prezzi dell’energia causata dalla guerra russa in Ucraina. (Daniel Neiman/Associated Press)

ha detto la Germania Spenderai fino a 200 miliardi di euro (circa 270 miliardi di dollari canadesi) per aiutare privati ​​e aziende a far fronte all’aumento dei prezzi dell’energia.

Ma Ci sono paure nel Paese Non è ancora stato in grado di ridurre sufficientemente il suo consumo di energia.

Attraverso il Mare del Nord, la Gran Bretagna deve affrontare un “rischio significativo” di carenza di gas questo inverno e una potenziale emergenza, ha avvertito questa settimana l’autorità di regolamentazione dell’energia, Ofgem.

Sebbene la Russia soddisfi solo il 4% circa del fabbisogno di gas della Gran Bretagna, le interruzioni delle forniture all’Europa hanno contribuito a questo. Aumento dei prezzi britannici Rende difficile per la Gran Bretagna assicurarsi il gas dagli altri.

In caso di problemi di fornitura di gas, l’autorità di regolamentazione del Regno Unito e la rete nazionale potrebbero dover limitare la fornitura di gas alle centrali elettriche per garantire che una fornitura adeguata rimanga disponibile per le famiglie.

La BBC ha riferito che, nonostante queste sfide, Il governo britannico non chiederà agli inglesi per ridurre il loro consumo energetico.

Diane Skidmore, una pensionata a Londra, è vista guardare verso il contatore intelligente di casa sua in una foto scattata ad agosto. (Susanna Irlanda/AFP/Getty Images)
READ  Il repubblicano della Carolina del Sud incolpa il rappresentante Tom Rice dopo aver votato per l'impeachment di Trump

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.