Tarantino: il cinema moderno è associato alle “epoche peggiori”

Immagini Sony

Il regista Quentin Tarantino ha premuto Cinema Speculation, una recente raccolta di saggi cinematografici da lui scritti che è attualmente disponibile per l’acquisto.

Durante i suoi tour, si è fermato da Howard Stern SiriusXM Mostra dove gli è stato chiesto di scegliere il suo film migliore. Tarantino descrive il suo ultimo lavoro con “C’era una volta a Hollywood” del 2019 come il suo miglior lavoro.

Questo film ha incassato 374 milioni di dollari in tutto il mondo insieme a dieci nomination agli Oscar, inclusa una vittoria per Brad Pitt nella categoria attore non protagonista. Parlando della scelta del suo miglior film, dice:

“Per anni le persone mi chiedevano cose del genere, e io dicevo qualcosa del tipo, ‘Oh, sono tutti miei figli.'” Penso davvero che C’era una volta a Hollywood sia il mio miglior film.

La sua scelta arriva mentre dice a Roger Avary Archivi di podcast video Questa settimana, ha affermato che l’era del cinema moderno è legata agli anni ’80 e ’50 per “il peggiore nella storia di Hollywood”:

“Sebbene gli anni ’80 siano stati un periodo in cui probabilmente ho visto più film nella mia vita di quanti ne abbia mai visti – almeno in termini di uscite al cinema – sento che il cinema degli anni ’80 è, insieme agli anni ’50, l’era peggiore nella storia di Hollywood . Identico solo ora. , Corrisponde solo all’era attuale!”

dice Tarantino [films] Quelli che non si adattano sono “quelli che si distinguono dal branco” rispetto al cinema attuale.Il regista è sempre stato critico nei confronti dell’attuale predominio dei film sui supereroi.

READ  Un produttore parla del film originale "Capitan America 3".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.