Spotify rimuove gli acquisti di audiolibri dall’app dopo che Apple ha rifiutato

spotify



AppleInsider può guadagnare una commissione di affiliazione sugli acquisti effettuati tramite link sul nostro sito.

Dopo una breve battaglia con Apple e due correzioni non approvate, Spotify ha aggiornato la sua app App Store Per rimuovere gli acquisti di audiolibri.

ha detto Apple Che Spotify stesse cercando di aggirare le regole dell’App Store chiedendo ai clienti di acquistare audiolibri al di fuori dell’app, anche se inizialmente diceva che andava bene.

Con il nuovo aggiornamento rilasciato dall’azienda il 27 ottobre, l’app mostra una schermata che dice “Vuoi ascoltare? Non puoi acquistare audiolibri dall’app. Sappiamo che non è perfetto”, secondo per me il bordo.

La controversia ruota attorno agli acquisti in-app, che sono soggetti alle commissioni di Apple agli sviluppatori per pubblicare contenuti sulle sue piattaforme e servizi. Quando gli sviluppatori effettuano una vendita tramite l’App Store, Apple addebita commissioni dal 15% al ​​30% – che a molti sviluppatori non piacciono – e si applica anche agli acquisti in-app.

Il piano originale di Spotify era di far sapere ai clienti che un audiolibro è in vendita e inviargli via email un link per acquistarlo dal web. Sfortunatamente, Apple ha rifiutato due soluzioni suggerite prima di consentire finalmente a Spotify nell’App Store.

Nel settembre 2021, Apple ha informato gli sviluppatori Sarà consentito App Reader per fornire un collegamento in-app per la configurazione o la gestione di account fuori sede. Le app Reader sono programmi che visualizzano contenuti esterni su iOS, inclusi video, musica, riviste, giornali e libri acquistati in precedenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.