SpaceX Starship 24 accatastato su Super Heavy Booster 7 probabilmente per l’ultima volta prima del primo test di volo orbitale

Annunci

Space Exploration Technologies Corp (SpaceX) ha impilato oggi una Starship 24 (SN24) sul suo Super Heavy Booster 7. Questa sarà probabilmente l’ultima volta che SpaceX cercherà di costruire un’astronave completa prima Primo test di volo orbitale previsto per novembre.

La Starship 24 accoppiata ai prototipi Booster 7 è il candidato principale per il primo test di volo orbitale in assoluto su un veicolo spaziale. Tuttavia, SpaceX ha già preparato i seguenti candidati, Starship 25 e Booster 8 e 9, per i test back-to-back.

Il mese scorso, CEO e ingegnere capo di SpaceX Elon Musk ha detto che entro novembre avranno due navi e due booster pronti Prova di volo orbitale. Secondo Musk, il tasso di produzione previsto per Starship + Super Heavy (full stack) sarà uno stack completo ogni due mesi.

– sponsorizzato –

SpaceX ha iniziato i preparativi per l’intero stack Starship la scorsa settimana. Venerdì sono iniziati i lavori di riparazione e sostituzione delle lastre di protezione termica SN24, che si sono svolti a intermittenza per tutto il fine settimana.

Queste piastrelle termiche fanno parte del sistema di protezione termica (TPS) installato per proteggere il veicolo spaziale dal surriscaldamento e dal prendere fuoco mentre rientra nell’atmosfera terrestre sulla via del ritorno dall’orbita (noto anche come bruciatura di ritorno).

L’astronave SN20 è stato il primo prototipo ad avere installato pannelli di protezione dal calore l’anno scorso. Quando SpaceX ha creato un file Test a prova di liquido di raffreddamento su SN20, alcune piastrelle termiche sono cadute. Da allora, SpaceX ha migliorato la progettazione e l’installazione di piastrelle termiche e un simile incidente non si è mai ripetuto.

Video: ingegneri e tecnici SpaceX riparano i pannelli dello scudo termico sull’astronave SN24. Credito: NasaSpaceFlight.com

Ieri, SpaceX ha sollevato e installato Booster 7 sulla sua piattaforma di lancio orbitale Starbase. Prima di installare il Booster 7, SpaceX ha spostato il motore Raptor sotto la base di lancio e lo ha posizionato al centro con l’aiuto di un supporto per carrello. Questo motore Raptor è stato avvolto in una specie di tessuto ed è rimasto lì fino a quando non è stato installato Booster 7 (vedi sotto).

Quando il Booster 7 è stato sollevato per essere posizionato sulla rampa di lancio, tutti i motori del circuito esterno del Raptor erano già installati. Il motore che è stato posizionato sotto la base di lancio era un singolo Raptor che è stato successivamente smontato, sollevato e installato nel palo di poppa del Super Heavy Booster 7. Dopo i test di installazione, questo motore Raptor è stato trasportato di nuovo al sito di produzione della Starbase.

Video: Booster 7 sollevato dalle braccia di Mechazilla Chopsticks e posizionato su una piattaforma di lancio orbitale a Starbase, Boca Chica, Texas. Credito: NasaSpaceFlight.com
Annunci

SpaceX ha pubblicato alcune straordinarie sequenze fotografiche dell’intero stack di Starship sul suo Booster 7 su Twitter. Se questo è l’ultimo stack della nave 24, ci sono ancora molti altri test rimasti prima del primo lancio orbitale stimato a novembre.

Alcune piastrelle termiche mancano anche nell’area del muso dove è progettata la porta di carico utile per il carico Satelliti Starlink. Tuttavia, questa porta è stata sigillata e rimpolpata e non ci sono prove che gli Starlink siano accatastati all’interno.

Guardiamo il filmato e ascoltiamo l’interessante commento del team di NasaSpaceFlight su questo evento nel seguente video.

Restate sintonizzati per futuri aggiornamenti su Astronave E il SpaceXSeguici:
Google News | Flipboard | RSS (feed).

Video: Le bacchette di Mechazilla migliorano l’astronave 24 al booster 7 per un’intera astronave.
Annunci

READ  Rapporto e previsioni sull'attività geofisica solare combinata USAF / NOAA SDF 257 2200Z 14 settembre 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.