Home / Politica / Sisma 2018, dopo cinque mesi i soldi per l’autonoma sistemazione

Sisma 2018, dopo cinque mesi i soldi per l’autonoma sistemazione

Il presidente della Giunta regionale, Donato Toma, ha potuto firmare i provvedimenti per la liquidazione delle autonome sistemazioni degli sfollati del sisma del mese di agosto dello scorso anno. I soldi saranno disponibili nella casse dei comuni, la prossima settimana.  Si tratta della disponibilità del finanziamento di 2 milioni di euro  per l’intera area del cratere. Mentre in itinere lo stanziamento, da parte del governo centrale, di altri 3 milioni e 250mila euro da destinare alle popolazioni colpite dal sisma. Sono passati ben cinque mesi prima che i soldi arrivassero a destinazione. In questo periodo molti Comuni hanno agito in modo autonomo, così come diversi cittadini, i quali hanno dovuto anticipare somme importanti di denaro per poter vivere in un’abitazione sicura. «Considerate tali lungaggini burocratiche – ha dichiarato il consigliere regionale Filomena Calenda –  posto in evidenza che, allo stato attuale ci sono circa 400 persone che non possono rientrare nelle loro abitazioni, credo sia fondamentale attivarsi sin da ora per prorogare lo stato di emergenza, in scadenza il prossimo marzo. Ricevere i finanziamenti e non poter usufruire di una legislazione speciale servirebbe a poco o a nulla. Ora, dunque, – chiude il consigliere regionale Filomena Calenda – appare più che mai necessario che il governo regionale si adoperi per concretizzare un impegno politico, riguardo alla gestione dell’emergenza terremoto, innegabilmente più proficuo rispetto a quanto fatto dalle legislature precedenti».

Di admin

Potrebbe Interessarti

Calenda scrive a Conte: «Sanità, dopo Reggio Calabria una riunione del Consiglio dei Ministri anche a Isernia»

«La grave situazione in cui versa il sistema sanitario molisano necessita di prese di posizioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *