Home / Politica / Scuola tra iscrizioni e contraddizioni

Scuola tra iscrizioni e contraddizioni

Dopo la pausa determinata delle festività natalizie, circa 38 mila studenti molisani tornano oggi sui banchi di scuola. Gennaio però, è anche il mese delle scelte: con l’avvio delle iscrizioni, molti studenti molisani e le loro famiglie dovranno scegliere in quale scuola iniziare o proseguire il percorso formativo.  Ricordiamo che le domande di iscrizione per l’anno scolastico 2019/2020, per tutte le classi iniziali della scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado statali si presentano on line dalle ore 8.00 del 7 gennaio, alle ore 20.00 del 31 gennaio 2019. Le iscrizioni on line riguardano anche i corsi di istruzione e formazione dei Centri di Formazione professionale regionali, mentre per le scuole dell’infanzia la procedura è cartacea.  Ma a quale scuola si stanno iscrivendo gli studenti molisani? Per la segreteria della Cgil della Conoscenza,  la Giunta regionale nella seduta del 26 novembre 2018 ha approvato le proposte di dimensionamento della rete scolastica così come sono arrivate dalle due Province. “ l’operazione – scrive il sindacato – sembra infatti una mera riorganizzazione numerica, che si riduce ad un atto amministrativo fatto senza una visione d’insieme, che mira ad accontentare qualche sindaco poco lungimirante e salvare qualche dirigenza scolastica.  La Giunta ha quindi trasmesso gli atti al Consiglio regionale per l’approvazione, che ad oggi non è ancora avvenuta. Appare evidente – chiude il sindacato – come decisioni che intervengano dopo l’inizio delle iscrizioni rischiano di portare molteplici problemi ed inficiare le scelte già effettuate dagli studenti e dalle loro famiglie.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Calenda scrive a Conte: «Sanità, dopo Reggio Calabria una riunione del Consiglio dei Ministri anche a Isernia»

«La grave situazione in cui versa il sistema sanitario molisano necessita di prese di posizioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *