Home / Politica / Sanità, l’Ordine dei medici scrive ai commissari ad acta

Sanità, l’Ordine dei medici scrive ai commissari ad acta

Occorre un nuovo Piano Sanitario e la riorganizzazione dei servizi”.  E’ la Commissione Ospedale-Territorio, Reti per l’Emergenza dell’Ordine dei Medici della Provincia di Campobasso a scriverlo ai commissari ad acta.  Critica appare la situazione sull’evoluzione dell’assistenza domiciliare oncologica affidata ai servizi territoriali che «non viene da tempo gestita più dai medici ospedalieri, che avevano in cura in media 8-10 pazienti a settimana e garantivano a domicilio anche procedure invasive per impedire le riospedalizzazioni, che invece ora di fatto avvengono». Ma anche le continue difficoltà nella gestione del paziente con ictus, che quotidianamente incontrano i medici del Pronto Soccorso. Non è ancora chiaro e operativo il Piano stilato – scrive l’Ordine dei medici – non è valorizzato nella flowchart e implementato l’intervento del radiologo interventista per mancanza di personale ad hoc, non viene ancora praticata la trombolisi a Campobasso, per cui i pazienti eleggibili vengono trasferiti a Isernia.  Si parla del possibile utilizzo di un’apparecchiatura robotica per facilitare la decisione a distanza del percorso diagnostico-terapeutico tra specialisti, ma nonostante ciò è necessario continuare a richiedere con insistenza l’apertura della Stroke Unit a Campobasso.   Ma l’Ordine dei medici chiede ai commissari  eventuali deroghe alla legge Balduzzi per le patologie tempo-dipendenti, e sui protocolli d’intesa tra Ordini e Regione tutto questo per la migliore comunicazione con i pazienti

Di admin

Potrebbe Interessarti

Traporto pubblico, ritardi e scarsa programmazione

In Prefettura a Campobasso tavolo tecnico, in tema di trasporto pubblico al quale oltre alle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *