Rugby Sei Nazioni | Cinque classici: Italia contro Francia

Le due vittorie italiane all’inizio degli anni 2000 sono indelebilmente impresse nel folklore del rugby.

E mentre le vittorie francesi non sono oggetti da collezione, ce ne sono alcune che vivranno a lungo nella memoria.

2000 – Francia 42-31 Italia

Il primo incontro nel Guinness Six tra Italia e Francia risale al 1° aprile 2000 e, alla vigilia della partita, i media francesi hanno esortato la propria squadra a non fare lo scemo.

Il loro record allo Stade de France non è stato una cosa da ridere, avendo perso le cinque partite precedenti lì in un arido periodo di due anni.

E se non fosse stato per la mancanza di disciplina di Walter Cristovolito, questa corsa indesiderata avrebbe potuto allungarsi ancora di più.

Prima che l’esterno italiano venisse mandato in panca per aver litigato con gli arbitri durante l’intervallo, gli ospiti erano in vantaggio per 17-10 e quando è stato espulso per un francobollo al 59′, la Francia era in vantaggio per 30-17.

Da quel momento in poi gli azzurri hanno lottato disperatamente per incappare in due tentativi, entrambi trasformati da Diego Domínguez che ha lasciato il campo tra gli applausi di tutte le parti dopo aver annunciato il suo ritiro prima della partita.

2011 – Italia 22-21 Francia

Uno dei più grandi risultati che l’Italia abbia mai raggiuntoIl match del quarto turno è stato l’ultimo test match al gremito Stade Flaminio di Roma.

L’Italia non ha mai battuto la Francia nel Guinness Sei Nazioni e, sebbene non abbia impedito agli Azzurri il quarto cucchiaio di legno consecutivo, ha di fatto messo fine alle speranze della Francia di vincere il titolo.

READ  L'Italia emette un giudizio sfavorevole sul sistema di etichettatura Nutri-Score

In svantaggio per la maggior parte della partita, lo svantaggio dell’Italia si è attestato a 12 punti a 30 minuti dalla fine.

RBS Six Nations 5/2/2011 Italia vs Irlanda Mirco Bergamasco festeggia con un calcio di rigore alla fine del primo tempo Cartellino obbligatorio © INPHO / Dan Sheridan

Una meta di Andrea Massi ha portato l’Italia a una distanza ravvicinata prima che l’ala Marco Bergamasco trasformasse un rigore – il suo quinto della partita – al 76′ per suggellare una vittoria storica per la squadra di Nick Mallet.

2013 Italia 23-18 Francia

Gli italiani non hanno dovuto aspettare molto per la loro seconda vittoria sulla Francia nei sei Guinness World Records.

La Francia si è recata allo Stadio Olimpico di Roma per la partita inaugurale dell’edizione 2013 in ottima forma, dopo aver battuto Australia, Argentina e Samoa lo scorso novembre.

Ma gli ospiti hanno avuto un inizio difficile quando Sergio Baresi ha fatto irruzione al quarto minuto con un devastante contropiede.

Ma gli uomini di Philippe St. Andre hanno risposto con le mete di Louis Picamoles e Benjamin Valle portandosi in vantaggio per 18-13 a 10 minuti dall’inizio del secondo tempo.

Ma proprio quando lo slancio sembrava essere a favore dei Bleus, Martin Castrogiovanni è piombato con gratitudine in calce dopo che un brillante cecchinaggio di Luciano Orquera ha colpito le comparse.

A 22 minuti dalla fine, il punteggio era tutt’altro che garantito, ma è arrivato un duro sforzo difensivo. Il drop goal di Chris Burton ha spinto l’Italia oltre il traguardo.

READ  Elezioni americane, Trump chiede un nuovo conteggio in Georgia

2016 – Francia 23-21 Italia

Il Guinness Six Nations del 2016 è stato un incontro avanti e indietro che la Francia avrebbe superato, e la destinazione del Trofeo Giuseppe Garibaldi era sconosciuta fino al fischio finale di JB Doyle.

Il vantaggio è passato di mano otto volte durante la partita e la Francia è passata definitivamente in vantaggio grazie al calcio di rigore di Jules Plisson a cinque minuti dalla fine.

Il capitano italiano Sergio Baresi è stato il motivo del terzo tiro riuscito di Plisson, un brutale calcio di rigore dalla metà campo per spingere in avanti i francesi.

La leggenda del Guinness Six Nations Baresi ha provato a rubare la vittoria negli ultimi secondi, ma il suo tentativo di drop goal è stato tanto sbagliato quanto inspiegabile.

2019 – Italia 14-25 Francia

Solo l’orgoglio è rimasto nel quinto incontro tra Italia e Francia, e Damien Benaud è stato protagonista in Francia, dove ha mantenuto il Trofeo Giuseppe Garibaldi per la sesta volta consecutiva.

Ma sono gli azzurri a passare in vantaggio nelle prime battute, e Tommaso Allan perde subito due rigori con una conclusione di Antoine Dupont al 16′.

Avanti veloce e con il punteggio ben bilanciato sul 20-14, France Benaud ha negato a Marco Zanon una meta vincente al suo debutto al 74′.

Quattro minuti dopo, è Benaud a sfruttare lo scarico di Romain Ntamac ea mandare a lato per la vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.