Home / Politica / ROMAGNUOLO: SIAMO SERI. NON SONO PIU’ TOLLERABILI LE AGGRESSIONI NEGLI OSPEDALI E ALLE GUARDIE MEDICHE.

ROMAGNUOLO: SIAMO SERI. NON SONO PIU’ TOLLERABILI LE AGGRESSIONI NEGLI OSPEDALI E ALLE GUARDIE MEDICHE.

“Condivido pienamente quanto denunciato dal dott. Giancarlo Totaro di Termoli e, personalmente, gli manifesto tutta la mia solidarietà e vicinanza anche perché ricalca la mia lunga battaglia a difesa degli operatori della sanità molisana. Rinnovo quindi con maggiore vigore e determinazione, l’invito al rinnovato commissario dell’Asrem dott.ssa Maria Virginia Scafarto, di assumere con urgenza tutte le determinazioni che il caso richiede anche per il mio ordine del giorno approvato in sede di Consiglio regionale a novembre scorso, perchè sia operativo il servizio di vigilanza negli ospedali e nei punti di guardia medica molisani”. E’ quanto dichiarato da Aida Romagnuolo capogruppo della Lega alla Regione Molise. Dopo i ripetuti e reiterati casi di aggressione diurna e notturna ai danni di personale sanitario all’interno degli ospedali molisani, degli ambulatori delle guardia mediche e dei pronto soccorso ma, anche di furti consumati all’interno delle camere degli ammalati e quelli di costosissime medicine oncologiche, ha continuato Romagnuolo, intendo portare nuovamente alla conoscenza del Commissario dott.ssa Scafarto che, non potendo disattendere quanto deciso dal Consiglio Regionale del Molise, urge la presenza di personale armato che garantisca l’incolumità dei medici, del personale infermieristico e amministrativo. Naturalmente, ha concluso Romagnuolo, io sarò sempre dalla parte dei cittadini e del personale dell’Asrem, ma anche con coloro che dovranno provvedere con la massima urgenza a ridare sicurezza a chi, alla luce dei gravosi fatti, continua ad operare in uno stato d’animo di angoscia e paura per la propria incolumità. Ora basta, facciamo i seri e comprendete che prima di tutto e tutti ci sono i cittadini molisani.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Consigliere regionale supplente? Sì, grazie

Restare abbarbicato alla sedia è diventato il vero scopo del consigliere regionale. La prima commissione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *