Robert McIntyre: la vittoria all’Open d’Italia allevia i dubbi di Scott

L’Open d’Italia è il secondo titolo di Robert McIntyre nel DP World Tour

Robert McIntyre afferma di aver affrontato periodi di dubbio sul suo gioco prima di terminare un’attesa di quasi due anni per vincere di nuovo nel DP World Tour.

Il 26enne scozzese ha battuto il campione degli US Open Matt Fitzpatrick nei playoff Vincere l’Open d’Italia Domenica.

L’unica precedente vittoria di MacIntyre nel tour è arrivata al Cyprus Showdown nel 2020.

Ha detto: “Ho dubitato di me stesso nelle ultime due settimane – le cose che ho fatto sono le cose giuste?”

McIntyre, che ha iniziato a lavorare con l’allenatore Simon Shanks all’inizio di questa estate, è riuscito solo a finire tra i primi 10 nel DP World Tour in questa stagione a partire da domenica.

Tuttavia, è balzato di 42 posizioni nella classifica mondiale al 68° dopo aver guidato un gruppo che includeva anche il numero due del mondo Rory McIlroy.

“Ovviamente ho giocato in tutti i principali campionati e fatto tagli e top ten e cosa no, ma sono andato in punta di piedi con loro”, ha detto. “È enorme per me, è enorme per la mia fede e fiducia.

“Sapevo di poter competere con loro. Non sapevo se avrei potuto tagliare il traguardo quando sono andato al nocciolo della questione, ma sono stato in grado di farlo ed è molto rilassante”.

Ora è 15° nella classifica europea, con i compagni scozzesi Eoin Ferguson (12), Ritchie Ramsey (27), Conor Syme (31) e David Law (44) anche nella top 50.

McIntyre pensa che sia incoraggiante che ci siano così tanti giocatori scozzesi in lizza per competere nei lucrosi Campionati del Mondo DP di fine stagione a Dubai.

READ  Il Liverpool ha inviato nuove diffide dall'Inter in vista delle partite di Champions League

Ha aggiunto: “Probabilmente è il più forte che ho avuto da molto tempo con così tanti giocatori, e anche così tanti giovani”.

“Penso che dipenda dal modo in cui lavoriamo. Comunichiamo bene l’uno con l’altro, rimbalziamo l’uno sull’altro e quando i ragazzi vincono, c’è un po’ di gelosia e ti spinge a cercare di più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *