Robbie Knievel, figlio dell’intrepido Evel Knievel, muore all’età di 60 anni

Robbie Knievel, uno stuntman americano che ha stabilito record con audaci salti in motocicletta dopo le tracce di pneumatici del padre in cerca di brivido – anche al Caesars Palace di Las Vegas nel 1989 e nel Grand Canyon un decennio dopo – è morto in Nevada, ha detto suo fratello . . Aveva 60 anni.

Robbie Knievel è morto venerdì in una casa di cura di Reno dopo aver combattuto contro il cancro al pancreas, ha detto Kelly Knievel.

“Gli orribili non vivono una vita facile”, ha detto Kelly Knievel all’Associated Press. “È stato così spericolato. La gente non capisce davvero quanto sia spaventoso quello che ha fatto mio fratello.”

Taglia il vecchio blocco

Da ragazzo, Robbie Knievel ha iniziato ad andare in bicicletta per emulare il suo famoso padre, Evel Knievel, morto nel 2007 a Clearwater, in Florida.

Ma dove Evel Knievel è quasi morto per le ferite riportate quando si è schiantato con la sua Harley-Davidson mentre saltava sopra le fontane del Caesars Palace a Las Vegas nel 1967, Robbie ha completato il salto nel 1989 usando una Honda su misura.

Il temerario della motocicletta Robbie Knievel, a sinistra, è in piedi con il suo famoso padre, Evel Knievel, in una conferenza stampa a New York il 27 marzo 1989. Suo fratello ha detto che Robbie Knievel soffriva di cancro al pancreas. (Marti Lederhandler / Associated Press)

Robby Knievel ha anche fatto salti sulla Strip di Las Vegas che hanno fatto notizia per aver saltato una fila di limousine al Tropicana Hotel del 1998. tra due edifici al Jockey Club nel 1999; e un salto di Capodanno tra i fuochi d’artificio davanti all’attrazione Volcano al The Mirage il 31 dicembre 2008.

Dopo un atterraggio di fortuna in motocicletta per completare un salto di 61 metri su una riserva indiana fuori dal Parco nazionale del Grand Canyon nel 1999, Robbie Knievel ha ricordato che suo padre aveva sempre desiderato saltare lo straordinario punto di riferimento naturale dell’Arizona, ma lei non lo fece ‘t. Robbie Knievel si è rotto una gamba nell’incidente.

Evel Knievel ha invece tentato di sorvolare il divario largo un miglio dello Snake River Canyon nell’Idaho nel settembre 1974. La sua bicicletta a razzo si è schiantata nel canyon durante il dispiegamento del paracadute di fuga.

Un uomo che va in bicicletta in aria è pieno di fiamme.
Knievel è retroilluminato mentre salta sopra 24 camion per le consegne, un vuoto di circa 60 metri, al parco divertimenti Kings Island a Mason, Ohio, il 24 maggio 2008. (David Cole/Associated Press)

Il fratello di Robbie Knievel ha ricordato altre acrobazie tra cui un salto nel 2004 sopra una fila di aerei militari sul ponte della portaerei USS Intrepid a New York.

Robbie Knievel, che si è promosso come “Capitano Robbie Knievel”, ha stabilito diversi record di acrobazie, ma ha anche fallito diversi tentativi.

Nel 1992, all’età di 29 anni, rimase ferito quando si scontrò con 22 dei 25 camioncini allineati su un tratto di 55 metri a Cerritos, in California.

“Gli infortuni lo hanno messo a dura prova”, ha detto venerdì Kelly Knievel.

Kelly Knievel vive a Las Vegas. Ha detto che suo fratello è morto con tre figlie al suo fianco: Kristin Knievel Hanson di Chicago, Carmen Knievel di Missoula, Mont., e Maria Collins di Waldport, OR.

I servizi non sono stati fissati immediatamente, ma Kelly Knievel ha detto che suo fratello sarà sepolto con altri membri della famiglia a Butte, Mont.

READ  Star Fever - bambini di talento e amore per la musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.