Rapporto: il prossimo sistema operativo VR e AR di Apple ha un nuovo nome

Ingrandire / Una prima dimostrazione della realtà aumentata da parte di Apple, utilizzando uno smartphone invece di un auricolare.

Il visore per realtà mista di Apple è ancora sulla buona strada per essere rivelato il prossimo anno e il suo futuro sistema operativo ha un nuovo nome, secondo un rapporto. un report Inserito giovedì.

Bloomberg afferma che il nome del sistema operativo è cambiato da “Reality” precedentemente trapelato a “xrOS”. XR è l’acronimo di Extended Reality, a volte chiamato Mixed Reality, ed è un termine comunemente usato sia per la realtà virtuale (VR) che per la realtà aumentata (AR), nonché per le esperienze che combinano aspetti di entrambi.

Nei rapporti e nelle fughe di notizie finora, è stato detto che l’imminente visore di Apple è un XR, e non strettamente VR o AR, anche se ci sono state voci di un dispositivo incentrato sull’AR che verrà lanciato in seguito. L’auricolare dovrebbe essere lanciato l’anno prossimo, anche se è stato ritardato diverse volte prima e potrebbe esserlo di nuovo.

Bloomberg cita persone che hanno familiarità con la questione che hanno affermato che Apple ha iniziato a riferirsi al software come xrOS internamente. Inoltre, una società fittizia chiamata Deep Dive LLC ha depositato i marchi per il marchio in alcune aree. I depositi specificano che il marchio si riferisce a “display montati sulla testa” e “esperienze di realtà virtuale e aumentata”.

Apple ha precedentemente utilizzato società di comodo come questa per depositare marchi prima della divulgazione del prodotto.

Non si sa molto di xrOS, a parte il fatto che includerà versioni XR di diverse app Apple famose come FaceTime, Notizie, Note, Mappe e Messaggi. Apple sta anche lavorando a una qualche forma di mondo della realtà mista, forse vicino per certi versi (anche se certamente non sotto tutti gli aspetti) a Meta Horizon Worlds e al concetto di metaverso ampiamente popolare tra molte startup e venture capitalist.

READ  Dopo che Apple ha aperto la strada alla privacy, Samsung ha rilasciato un nuovo programma per proteggere meglio gli utenti Galaxy Phone dai tracker online

Per quanto riguarda il dispositivo, si ritiene che abbia molti sensori dentro e fuori e uno schermo ad alta risoluzione rispetto alla maggior parte dei dispositivi concorrenti. Funzionerà su un chip collegato all’M2 trovato nei recenti Mac. Alcuni rapporti hanno menzionato che assomiglia un po’ agli occhiali da sci, suggerendo che potrebbe essere un visore più piccolo e meno ingombrante del Meta Quest o di molti visori VR attuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *