Phil Spencer è fiducioso nella sua decisione di ritardare Starfield

La data di uscita originale di Starfield è arrivata e passata, ma nonostante la delusione dei fan, il capo di Xbox Phil Spencer è fiducioso che ritardare l’ultima puntata di Bethesda sia stata la mossa giusta.

Parlando con il bordo (E l’ho notato giochi per computer), Spencer ha affermato che il rilascio di un gioco così presto è un errore che la società ha già commesso in precedenza, e soprattutto dal momento che Starfield è il primo gioco di Bethesda ad essere rilasciato esclusivamente su Xbox, voleva che gli sviluppatori si sentissero supportati dal loro nuovo editore.

“Abbiamo esperienza nella spedizione di giocattoli molto presto”, ha affermato Spencer. “Ma col senno di poi, quando si guarda a un gioco come Starfield – che ha richiesto una notevole quantità di tempo e investimenti in una nuova proprietà intellettuale da parte del team – la decisione di dare al team il tempo di costruire il gioco che sentono di dover costruire è proprio la scelta giusta. cose da fare.”

Ha continuato, “Starfield e Redfall, che sono i nostri primi grandi giochi per Xbox [Bethesda owner] Quando ZeniMax è entrato a far parte del team, volevo solo assicurarmi che quei team sentissero di avere il supporto che potevano ottenere da Xbox. Forse senti alcuni benefici nell’essere parte di un’organizzazione più grande che ha altre fonti di reddito e altre cose che possono essere utili”.

Starfield è stato rinviato dalla data di uscita dell’11 novembre a una più incerta “prima metà del 2023” insieme allo sparatutto open world di Arkane Redfall a maggio, lasciando molti frustrati dalla mancanza di contenuti Xbox proprietari, incluso lo stesso Spencer.

READ  Hall of Fame della sicurezza delle informazioni delle Nazioni Unite | Nazioni unite. Sul sito è stato scoperto un incidente e uno studente malayali è stato inserito nella Information Security Hall of Fame

Bethesda punta decisamente alle stelle con il suo enorme gioco di ruolo spaziale, che include oltre 250.000 linee di dialogo, la città più grande mai vista in uno dei suoi giochi e una missione principale più lunga di quella di Skyrim e Fallout 4.

Ryan Dinsdale è un traduttore freelance per IGN. Parlerà di The Witcher tutto il giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.