Home / Politica / Performance regioni, Molise ultimo

Performance regioni, Molise ultimo

Toscana e Lombardia sono le prime Regioni in Italia mentre il Molise si classica all’ultimo posto. È il rapporto di Fondazione Etica che ha misurato e confrontato il rating pubblico qualitativo delle Regioni italiane per l’efficienza della macchina amministrativa. Il rapporto, presentato a Firenze, misura la capacità degli enti di raggiungere gli obiettivi prefissati, l’autonomia finanziaria, la spinta all’innovazione, la capacità di erogare servizi ai cittadini e alle imprese. I risultati del Rapporto confermano, purtroppo, il luogo comune secondo cui le Regioni del Nord sono più trasparenti e performanti di quelle del Sud. Su una scala da 1 a 100 le regioni Toscana e Lombardia hanno ottenuto entrambe 75 punti mentre il Molise chiude la classifica con soli 19 punti. A proposito della nostra regione, con i suoi 19 punti, è in area critica. Le Regioni meridionali ottengono uno score non solo sotto la media tra le Regioni a Statuto Ordinario), ma addirittura insufficiente. «Quattro di esse, Molise, Calabria, Basilicata e Puglia scendono pericolosamente in area critica, contraddistinta da Rating in classe Poor» si legge nel rapporto. «Il Molise, infine, non è solo ultima nella graduatoria, ma, con uno score pari a 19 su 100, scivola in classe Fallible, quella di massima allerta nella scala del Rating Pubblico, mostrando un serio problema sia di trasparenza che di efficienza». Un risultato dovuto alla mancata previsione di interventi sulla capacità di bilancio, di governance, di gestione del personale, di qualità dei servizi erogati, di integrità degli appalti.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Bando periferie, sindaco Gravina se ci sei batti un colpo

di Giuseppe Saluppo 18 milioni di euro per il bando delle periferie per la città …

2 commenti

  1. Questa regione non ha senso di esistere. È funzionale – serve – solo ai nostri “politici” e relativo codazzo di buoni a nulla e intrallazzatori.

  2. Gianpaolo Mazzuccato

    Ci voleva pure uno studio sull’argomento? Non basta l’evidenza che ci circonda??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *