Nelle notizie sportive di oggi: cosa devi sapere

L’ultimo: il pilota neozelandese Shane van Gisbergen ha vinto la sua 16a gara della stagione di gare australiane Super con entrambe le vittorie domenica a Sandown.

Shane Van Gisbergen
immagine: fare foto

Ora ha eguagliato il numero di vittorie di Craig Lowndes in una sola stagione con il collega neozelandese Scott McLaughlin che ha segnato contro di lui.

Lowndes ha stabilito il suo record di 16 vittorie nel 1996 prima che McLaughlin migliorasse il record a 18 vittorie nel 2019.

Van Gisbergen ha ora 70 vittorie in carriera.

Van Gisbergen ha altre otto gare in quattro eventi per superare il conteggio di McLaughlin.

Opportunamente, Van Giesbergen è riuscito a pareggiare il numero del suo connazionale McLaughlin e a fracassarlo in casa.

Le prossime tre gare della stagione si terranno al Pokekohei Park Raceway ad Auckland il mese prossimo.

Van Gisbergen porterà la serie estesa di 500 punti in Nuova Zelanda il mese prossimo.

Tre di fila per Bagnaia

Francesco Bagnaia della Ducati ha ottenuto tre vittorie consecutive in MotoGP al Gran Premio d’Austria, mentre il leader del campionato mondiale Fabio Quartararo è arrivato secondo sulla sua Yamaha con un aumento in ritardo a Spielberg.

Il pilota del Ducati Lenovo Team Racer Francesco Bagnaia.

Francesco Bagnaia
immagine: fare foto

Bajnaya, che ha vinto anche il Gran Premio di Gran Bretagna e il Gran Premio d’Olanda, ha chiuso con 0,492 secondi di vantaggio su Quartararo, mentre Jack Miller è salito sul podio.

È diventato solo il secondo pilota italiano nell’era moderna della MotoGP a vincere tre gare di fila dopo Valentino Rossi, ritiratosi lo scorso anno dopo aver vinto nove titoli mondiali.

Partito secondo in griglia, Bagnaia ha fatto un’ottima partenza al Red Bull Ring battendo Enea Bastianini del Gresini Racing al primo posto nel primo giro.

READ  I media italiani hanno abbagliato la cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Pechino - Xinhua

Bastianini è sceso al quarto posto al sesto giro quando il compagno di squadra di Bajnaya Miller e Jorge Martin di Pramac Ducati sono avanzati prima di dover concludere la gara con la gomma anteriore sgonfia dopo aver corso con la sua moto sulla ghiaia.

Martin cercava di raggiungere il podio ma è scappato al giro 17, cedendo terzo al pilota Yamaha Quartararo, partito quinto in griglia.

Quartararo ha quindi esercitato pressione su Miller per un secondo e si è ritirato a meno di tre giri dalla fine dopo aver fatto una mossa straordinaria a metà chicane alla curva due.

Il francese ha ora 32 punti di vantaggio sull’Aprilia Alex Espargaro nel Campionato di Ciclismo, mentre Bagnaya è terzo, a 44 punti dal leader.

– Reuters

Osman è sconvolto

Il britannico Leon Edwards ha drammaticamente eliminato Camaro Usman vincendo il titolo dei pesi welter all’UFC 278 a Salt Lake City, nello Utah.

Dietro con i punti al quinto posto, Edwards, 30 anni, ha sparato un calcio alto sinistro per stordire il combattente numero uno nigeriano per una sterlina.

Edwards è diventato il primo campione britannico dopo Michael Bisping nel 2016 e solo il secondo nella storia.

“Tutti avete dubitato di me, dicendo che non potevo farlo – guardatemi ora”, ha detto Edwards.

“Vengo dalle trincee. È stato costruito così. Ho dubitato per tutta la vita, ma guardami ora”.

Sconfiggendo Usman, Edwards di Birmingham vendica la sua sconfitta nel 2015 e pone fine alla serie di 15 incontri di imbattibilità del 35enne nell’UFC.

Edwards, nato in Giamaica, uno dei principali perdenti con i bookmaker coinvolti nella partita, ha continuato la sua serie di vittorie consecutive a 10 dalla sua sconfitta per mano di Usman sette anni fa.

READ  Stefano Domenicali crede ancora che il cambiamento normativo porterà a un campo più vicino alla Formula 1: PlanetF1

Usman ha vinto il primo incontro usando il suo wrestling per dominare la maggior parte della competizione – una tattica che secondo Edwards ha aperto gli occhi sui punti deboli del suo gioco.

-BBC

Bennett vince ancora

Sam Bennett di Bora Hansgrohe ha ottenuto la sua seconda vittoria consecutiva di tappa vincendo la terza tappa della Vuelta a Espana, una strada pianeggiante di 193 km che inizia e finisce a Breda.

Bennett, che ha vinto anche la seconda tappa a Utrecht, è stato il più veloce a finire la gara nella fase finale sul suolo olandese.

L’irlandese ha preceduto Mads Pedersen di Trek-Segafredo, così come la seconda tappa, e Dan McClay di Arkea-Samsic ha completato il podio.

Bennett è diventato il secondo pilota irlandese a vincere almeno dieci tappe ai Grand Tour dopo Shawn Kelly.

Eduardo Avene di Jumbo Visma prenderà in consegna la maglia rossa del leader denominato “La Roja” per la quarta tappa.

Il gruppo si trasferirà in Spagna lunedì. Le prossime sei tappe si correranno prima del prossimo giorno di riposo nelle montagne centrali o alte del nord della Spagna, nei Paesi Baschi e nelle Asturie.

– Reuters

Tom Weskov muore

Tom Weiskopf, che ha vinto l’Open nel 1973 ed era un noto commentatore di golf e ingegnere sportivo, è morto all’età di 79 anni.

Aveva a che fare con un cancro al pancreas dalla fine del 2020.

Weiskopf ha vinto 16 volte il PGA Tour tra il 1968 e il 1982. La sua più grande vittoria è arrivata nel 1973 al Royal Troon, dove ha segnato una vittoria in tre tempi su Johnny Miller e Neil Coles.

READ  Lorenzo Sonigo stordisce Andrey Rublev, ed entra in semifinale

Ha vinto altri quattro titoli PGA Tour Champions, incluso lo US Open del 1995.

Weiskopf è stato membro della squadra della Ryder Cup degli Stati Uniti nel 1973 e nel 1975. Ha formato la squadra nel 1977, ma ha scelto di andare a pescare piuttosto che prendere parte all’azione.

Weiskopf era noto per il suo temperamento focoso sul campo da golf, guadagnandosi il soprannome di “The Towering Inferno”.

Weiskopf è passato alla televisione come analista di golf sia per CBS che per ABC Sports/ESPN.

Ha anche contribuito alla progettazione di campi da golf, con oltre 40 al suo attivo. In questa lista sono inclusi TPC Scottsdale, sede del WM Phoenix Open nel PGA Tour, Troon North GC a Scottdale e Loch Lomond GC in Scozia.

– Reuters

Tanak continua a correre nel WRC

Otanak della Hyundai ha ottenuto la sua seconda vittoria consecutiva nel Campionato del mondo di rally, mentre ha tirato un nervo per sconfiggere Elvin Evans della Toyota al Rally di Ypres in Belgio.

Tanak, che è arrivato primo ieri dopo che il compagno di squadra Thierry Neuville è stato eliminato dall’evento in casa, ha vinto la gara di ritorno di domenica con cinque secondi su Evans.

Il vincitore estone in Finlandia all’inizio di questo mese ha battuto la leader del campionato del mondo Toyota Kali Rovanpera di 72 punti.

Rovanpera, 21 anni, era fuori gara dopo essere caduto il primo giorno, ma ha salvato cinque punti nella fase Power, rimanendo in pista per diventare il più giovane campione WRC della storia.

– Reuters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.