Nei discorsi, la senatrice democratica del New Hampshire Maggie Hassan ringrazia i suoi sostenitori e Boldock riconosce la perdita

Maggie Hassan interagisce durante la campagna elettorale notturna a Manchester, New Hampshire, l’8 novembre. (Charles Krupa/AP)

La senatrice democratica Maggie Hassan ha tenuto il suo seggio nel New Hampshire martedì sera. È salita sul palco del quartier generale della notte delle elezioni di Manchester intorno alle 23:15 ET per i suoi sostenitori cantando: “Altri sei anni!”

Hassan ha ringraziato i suoi sostenitori prima di riconoscere il suo avversario repubblicano, Don Bolduc. La folla è stata ridotta al silenzio quando ha iniziato a ridere alla menzione del nome di Bolduc.

“Voglio prendermi un minuto per ringraziare Don Bolduc per la sua meritata campagna, e voglio ringraziare Don Boldock per il suo servizio a questo paese. Abbiamo le nostre differenze, ma condividiamo l’amore per questo paese”, ha detto prima Hassan trasmettendo il suo messaggio di unità agli elettori di Granite State. Prometto a voi, Democratici, Indipendenti, Repubblicani – le persone che hanno votato per me e coloro che non l’hanno fatto – che continuerò a lavorare ogni giorno per servirvi fedelmente, per ascoltarvi e di lavorare con voi per affrontare le sfide che devono affrontare le famiglie del nostro stato e del nostro paese”.

Il discorso della vittoria di Hassan si è concentrato sul bipartitismo, con l’impegno a lavorare in tutta la navata sull’economia e un cenno alle questioni che il suo avversario ha sostenuto lungo la strada.

“Continuerò a comunicare con i colleghi di entrambi i lati del corridoio, obiettivi comuni specifici, terreno comune e il compromesso necessario per aiutare le famiglie e le piccole imprese ad affrontare le sfide che devono affrontare, come l’aumento dei costi degli alloggi e dell’assistenza all’infanzia”, ​​Hassan disse. “Naturalmente, per avere un’economia funzionante, dobbiamo essere al sicuro. La sicurezza dei nostri cittadini e della nostra nazione è sempre la prima responsabilità del governo. E continuerò a lavorare per sostenere i nostri uomini e donne coraggiosi nelle forze dell’ordine e per mantenere il nostro Paese al sicuro”.

READ  Le squadre di soccorso faticano a raggiungere le case sommerse in India dopo inondazioni e frane

Nel frattempo, Bolduc, la cui campagna si è rafforzata aumentando i sondaggi nelle ultime settimane, si è rivolto ai suoi sostenitori poco prima delle 23:00 ET, riconoscendo la vittoria di Hassan per la folla, ma osservando che non aveva ancora contattato i Democratici per abdicare in quel momento.

“Maggie Hassan ha vinto”, ha detto Bolddock a una folla languida al quartier generale della notte delle elezioni a Manchester. “Mi è stato detto che il protocollo doveva chiamarla prima, ma io non sono una per il protocollo. Volevo prima dirlo ai miei sostenitori”.

Il repubblicano ha aggiunto: “Questa non è una perdita. Abbiamo svegliato molte persone. Speriamo di farglielo sapere. E speriamo che farà la cosa giusta per il New Hampshire”.

Il Boldock di Rudyard Kipling ha letto “Se” a un pubblico di sostenitori prima di dire loro: “Ora, in questa nazione, ci sono molti “se”. Abbiamo fatto qualcosa qui nel New Hampshire. Abbiamo fatto un rombo”.

“Non abbiamo vinto oggi, ma immagina ‘se’ continuiamo a lavorare insieme, se lavoriamo insieme, se decidiamo che lavorano per noi e noi non lavoriamo con loro”, ha continuato il generale dell’esercito americano in pensione. Chiediamo che facciano la cosa giusta per noi, i nostri figli ei nostri nipoti […] Se riusciamo a farlo, vinceremo anche in caso di sconfitta”.

Bolduc, che in precedenza aveva cantato “Country Roads” sul palco con l’esibizione della band martedì sera, ha chiuso dicendo alla stanza “Vivi libera o muori, piccola” – un riferimento al motto del Granite State.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.