Home / Territorio / Magri (Cisal): Ex Gam, ma la Regione non vuole rilanciare l’avicolo?

Magri (Cisal): Ex Gam, ma la Regione non vuole rilanciare l’avicolo?

La segretaria della Cisal Molise Teresa Magri sull’annosa vicenda della filiera avicola molisana ex Arena ed ex Gam ritiene che, sulla questione nota a tutti, che i lavoratori della Gam sono senza lavoro. Bisogna necessariamente ricercare soluzioni definitive per il rilancio della filiera in questione. Non dimentichiamo il contratto di sviluppi posto in essere dal Governo e i 40 milioni di euro finalizzati al rilancio della filiera avicola. Chiedo anche alla Regione Molise, visto che ci sono attualmente 320 capannoni di allevamento polli con una produzione di ben 45 milioni di capi all’ anno che si allevano nel territorio molisano, come si possa non essere incisivi nel non ricercare una soluzione definitiva per la realizzazione di un macello super tecnologico, e aggiungo anche il riappropriarsi del marchio Arena, simbolo della nostra terra per la storia che ha generato negli anni in questa Regione? Allo stato dell’ arte ci sono imprenditori molisani e non interessati a investire e collaborare ovviamente una visione d’ insieme al fine di legittimare le soluzioni che possano tutelare e dare certezze per la ricollocazione di tutti i lavoratori. Insieme vuol dire che gli attori per definizione sono: il presidente della Regione, l’ assessore ai lavori pubblici, assessore all’industria, parti sociali e imprenditori. É necessario, quindi, istituire un tavolo di concertazione immediato che cominci sin da oggi a lavorare e stabilire il percorso da intraprendere per mettere in campo tutte le azioni e le misure per la risoluzione della vertenza e per dare prospettive ad un territorio dove vede l’ abbandono da parte dei giovani che cercano lavoro. ” Noi della Cisal- sottolinea Teresa Magri- abbiamo da sempre attenzionato la vertenza Gam, visto che veniamo sollecitati da una serie di imprenditori che, sono disposti a investire nella nostra terra molisana, e non riusciamo a comprendere come mai la classe politica di questa Regione evita di concretizzare la realizzazione del completamento del settore agricolo nella fattispecie della macellazione. La Cisal é insieme ai lavoratori e attenta al territorio molisano e a disposizione per poter dare il contributo per la realizzazione seria, vera e fattiva in tempi brevi della filiera avicola molisana. Chiedo per dire che coloro i quali hanno percorsi diversi proposte diverse nel settore lavoro e siamo disponibili ad ascoltare proposte che tendono a risolvere il problema della disoccupazione in Molise “.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Agnone, impossibile donare il sangue. Protesta dinanzi l’Asrem

Sit-in di protesta dinanzi la sede dell’Asrem da parte dell’associazione Fidas di Agnone.” Da circa …

Un Commento

  1. La regione è fonte d’impedimento per tanti programmi di rinascita seri, come quello della Amadori, che si è trovata dinanzi a un muro di gomma in termini istituzionali, giudiziari, di cultura imprenditoriale. Ma dove vogliamo andare??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *