L’Ucraina disprezza la recente dichiarazione di tregua della Russia come un tentativo di riorganizzarsi

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato sabato che le sue forze in Ucraina manterranno un cessate il fuoco dichiarato unilateralmente per il Natale ortodosso fino a mezzanotte, nonostante il rifiuto dell’Ucraina dell’offerta di armistizio.

Nel suo briefing quotidiano, il ministero ha affermato che le sue forze hanno risposto con il fuoco dell’artiglieria solo quando sono state colpite dalle forze ucraine, che ha accusato di bombardare aree civili, qualcosa di cui Kiev spesso accusa le forze russe.

Scambi di artiglieria sono stati segnalati a Kremina e Bakhmut nell’Ucraina orientale Dopo l’inizio dell’ordine di Mosca alle sue forze armate di mantenere un armistizio unilaterale da mezzogiorno di venerdì fino alla fine di sabato.

L’Ucraina ha respinto l’offerta di cessate il fuoco di Mosca come un cinico stratagemma inteso a dare alle forze russe l’opportunità di riposarsi e riarmarsi, e ha affermato che continuerà a tentare di riconquistare il territorio conquistato da Mosca.

‘Niente è cambiato’

Il personale di servizio dell’80a brigata d’assalto aerea separata di stanza vicino a Kremina nella regione del Donbass ha detto che non c’erano segni di cessate il fuoco.

“Non è cambiato nulla da mezzogiorno, i bombardamenti continuano. Volevano la calma e hanno cercato di ingannarci sperando che ci credessimo. Hanno mentito tutto il tempo dal 2014 dicendo cessate il fuoco cessate il fuoco mentre siamo bombardati”, ha detto un soldato. che si è presentato con il suo nome di battaglia Psikho.

Un soldato della 1a batteria di artiglieria ucraina dell’80a brigata d’assalto aerea separata cammina in prima linea durante il cessate il fuoco dichiarato dalla Russia durante il periodo natalizio ortodosso nella regione di Krymina, nell’Ucraina orientale, venerdì. (Cludag Kilcoen/Reuters)

“La situazione oggi è esattamente la stessa di ieri, l’altro ieri, la scorsa settimana e il mese scorso. Nulla è cambiato nonostante il nemico abbia apparentemente dichiarato un cessate il fuoco a Natale”, ha detto Mikkola, comandante dell’unità.

Sabato il presidente russo Vladimir Putin ha elogiato la Chiesa ortodossa russa per il suo sostegno alle forze russe che combattono in Ucraina in un messaggio di Natale ortodosso.

Il Cremlino ha rilasciato il messaggio di Putin dopo che il leader russo ha partecipato a un servizio ortodosso alla vigilia di Natale da solo all’interno della cattedrale del Cremlino piuttosto che unirsi ad altri fedeli in una cerimonia pubblica.

Un gruppo di uomini in un servizio ortodosso russo.
Il presidente russo Vladimir Putin, al centro, partecipa alla messa di mezzanotte del Natale ortodosso al Cremlino di Mosca sabato mattina. (Mikhail Klimentiev/Sputnik/Il Cremlino/Reuters)

Sacerdoti ortodossi russi che camminano per strada.
Sacerdoti e credenti ortodossi russi partecipano sabato alla processione che celebra il Natale ortodosso a Sebastopoli, in Crimea. (L’Associated Press)

Nel suo messaggio, accompagnato sul sito web del Cremlino da una foto che lo ritrae in piedi davanti a icone religiose, Putin ha chiarito di vedere la Chiesa ortodossa russa come una forza importante per stabilizzare la società in un momento che descrive come uno scontro storico tra Russia e Russia. Ovest sull’Ucraina e altre questioni.

“È con grande piacere che notiamo l’enorme contributo costruttivo della Chiesa ortodossa russa e di altre denominazioni cristiane per unire la società, preservare la nostra memoria storica, educare i giovani e rafforzare l’istituzione della famiglia”, ha detto Putin.

L’Ucraina elogia gli aiuti militari statunitensi

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel suo discorso televisivo di venerdì sera, ha elogiato gli Stati Uniti per aver annunciato 3,75 miliardi di dollari in armi e altri aiuti all’Ucraina e ai suoi vicini sul fianco orientale della NATO, definendolo “un pacchetto molto forte”.

“Per la prima volta avremo veicoli corazzati Bradley: è esattamente ciò di cui abbiamo bisogno. Nuove pistole e proiettili, comprese armi ad alta precisione, nuovi missili, nuovi droni. Sono in forma e potenti”, ha detto.

guarda | I combattimenti continuano in Ucraina nonostante le affermazioni della Russia di un cessate il fuoco:

I combattimenti continuano in Ucraina nonostante le affermazioni della Russia di un cessate il fuoco

Continuano i bombardamenti da entrambe le parti del conflitto Russia-Ucraina dopo l’inizio del cessate il fuoco di 36 ore proposto dal Cremlino.

Molti cristiani ortodossi celebrano il Natale il 7 gennaio, ma il sostegno della Chiesa ortodossa russa alla guerra di Mosca in Ucraina ha fatto arrabbiare molti credenti ortodossi ucraini e ha diviso la Chiesa ortodossa in tutto il mondo.

Dei 260 milioni di cristiani ortodossi nel mondo, circa 100 milioni sono nella stessa Russia, e alcuni di quelli all’estero sono uniti a Mosca.

Altri, tuttavia, dissentono con veemenza, respingendo le affermazioni di Mosca secondo cui la sua invasione del 24 febbraio dello scorso anno è stata un attacco preventivo essenziale per difendere la sua sicurezza e quella dei russofoni dell’Ucraina.

L’Ucraina ha circa 30 milioni di fedeli ortodossi, divisi tra la Chiesa ortodossa ucraina del Patriarcato di Mosca e altre due chiese ortodosse – una delle quali è la Chiesa ortodossa ucraina autocefala o autocefala.

In un prestigioso complesso millenario della cattedrale nella capitale dell’Ucraina, Kiev, la messa di Natale di sabato è stata celebrata in lingua ucraina, invece che in russo, per la prima volta da decenni, sottolineando come l’Ucraina stia cercando di liberarsi delle persistenti influenze di Mosca. La vita religiosa, culturale ed economica del Paese.

Giovedì il governo ucraino ha assunto la gestione della cattedrale della Dormizione del monastero di Kyiv-Pechersk dalla Chiesa ortodossa filo-russa dell’Ucraina e ha permesso alla chiesa ucraina di utilizzarla per le funzioni natalizie.

Il complesso monastico è un patrimonio mondiale dell’UNESCO.

“È un momento incredibile”, ha detto Alex Ficiak, tra le centinaia di fedeli che hanno partecipato. “Prima che questo posto – sul suolo ucraino, all’interno di Kiev – fosse associato a Mosca. Ora sentiamo che questo è nostro, questo è ucraino. Questo fa parte della nazione ucraina”.

READ  Biden rende Juneteenth una festa federale negli Stati Uniti, per commemorare la fine della schiavitù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *