Lo sciatore italiano Goggia torna ore dopo l’intervento chirurgico per vincere una gara di discesa libera con una mano rotta

“Lo Mano” (italiano per “mano”) – La mano rotta di Sophia Goggia sabato dopo l’intervento chirurgico in una posizione che suggerisce di toccare la mano di Michelangelo dal famoso dipinto La creazione di Adamo | Foto: Screenshot dal video della pagina Instagram di St. Moritz WorldCup

Lo scorso fine settimana ha visto alcune gare straordinarie a St. Moritz, in Svizzera, con molte grandi prestazioni, ma la Coppa del mondo alpino femminile di quest’anno in Engadina sarà ricordata da La Manu (La mano). In particolare, la mano sinistra di Sofia Goggia si è rotta venerdì durante il primo evento sprint al famoso evento Swiss Downhill, quando la sciatrice italiana ha colpito il cancello con la mano sinistra mentre scivolava in discesa a più di 60 mph.

Sofia Jogia
L’atleta italiana Sofia Goggia, conosciuta come la “Regina della velocità”, durante l’evento di discesa di venerdì | Foto: pagina Instagram di St. Moritz

Venerdì 16 dicembre 2022 si terrà la prima delle due gare di discesa libera femminile. La visione non era perfetta, ma ciò non ha impedito alle donne più veloci del mondo di dare il massimo. L’atleta americana Mikaela Shiffrin, che ha saltato l’ultimo evento sprint FIS piuttosto che allenarsi nella sua disciplina più forte, Giant-Slalom e Slalom, è tornata nella slitta lunga e ha corso fino a un fantastico sesto posto, dietro al compagno di squadra Breezy Johnson, che è arrivato quinto . Le due vincitrici del podio di venerdì sono state Elena Cortoni al primo posto e Sofia Goggia al secondo, entrambe italiane. La svizzera Corinne Sutter è arrivata terza, battendo di poco la sua compagna di squadra Yasmine Fleury, che è arrivata quarta.

Nonostante la sua prestazione impressionante, Sofia Joggia, conosciuta come la “Regina della velocità”, non ha condiviso l’aspetto delle altre vincitrici sul podio. La fondista azzurra invece è apparsa dolorante mentre tagliava il traguardo. Afferrò goffamente la sua mano sinistra e tirò momentaneamente il guanto mentre la sua squadra si lanciava al suo fianco. Le telecamere hanno mostrato la sua mano sinistra in televisione, che è diventata di una profonda sfumatura di blu. La folla sussultò e tutti si resero conto che la sua mano era rotta. Sofia Joggia è partita e non è rimasta per la presentazione.

READ  Italia-Inghilterra: calcio d'inizio, news squadre e canale tv
La mano di Jogia
Sophia Joggia torna in Italia per sottoporsi ad intervento chirurgico, mostrando la mano gonfia, la frattura è ben visibile | Foto: Storia Instagram di Sofia Goggia

Sui social media, Sofia ha pubblicato le foto della sua mano gonfia, dicendo che stava andando a Milano, in Italia, per un intervento chirurgico d’urgenza. Milano dista circa 2 ore e 45 minuti da St. Moritz, Svizzera. I medici in Italia hanno concluso che non aveva una ma due fratture alla mano sinistra e hanno inserito la mano attraverso un lungo intervento chirurgico a nove viti e due placche.

Per alcuni potrebbe essere sembrata la fine della stagione 22/23 per lo specialista della discesa libera. Sofia Joggia è partita alla grande con vittorie consecutive al Downhill di Lake Louise lo scorso fine settimana. L’italiano ha vinto la Mini Downhill Crystal Ball nel 2018, 2021 e 2022, e ha vinto la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Pechino. “Cosa hai intenzione di fare?”, ha chiesto un amico in un messaggio di testo che ha condiviso sui social media. Chirurgia a Milano. Poi torna e vinci “, ha scritto la Joggia con fiducia. Chi la conosceva non è rimasto sorpreso dalla determinazione della pattinatrice italiana. Sofia Joggia è nota per la sua capacità di riprendersi da un infortunio, essendo tornata da un infortunio al ginocchio a gennaio anno per competere con successo alle Olimpiadi di Pechino.

Sofia Jogia
Sofia Joggia con nastro adesivo sulla mano sinistra rotta, con la pastorella Atomic che annota: “Alcuni eroi indossano mantelli, i nostri indossano nastri” | Foto: storia di Atomic Ski su Instagram

E così, sabato mattina, l’italiano è tornato in Svizzera per la seconda discesa libera di St. Moritz. Con il suo bastoncino da sci appoggiato sulla mano e senza uno scudo di plastica per proteggere la sua mano rotta, Goggia ha dovuto affidarsi interamente alla gravità al cancelletto di partenza perché non poteva spingersi fuori. Nonostante questa incapacità, è stata in grado di scegliere una posizione aerodinamica e la corsia corretta e correre una spettacolare gara in discesa per finire al primo posto. Quando gli italiani hanno tagliato il traguardo, gli applausi sono esplosi dalla folla in maggioranza svizzera nell’area di arrivo. La tedesca Kira Wedel, che fino a quel momento era stata in testa alla classifica, si è inchinata dal suo posto sul podio. Non solo Goggia era la “Regina della velocità”, ma la sua incredibile determinazione nonostante l’infortunio l’ha resa la Regina di Cuori quel giorno a St. Moritz.

READ  Draghi l'uomo per il lavoro in Italia - e questo è il problema
Sofia Jogia
Sofia Joggia si scatta un selfie allo specchio mostrando la mano rotta e i punti di sutura dopo la seconda discesa | Foto: Storia Instagram di Sofia Goggia

Sofia Jogia ha battuto la slovacca Elka Stohic di 0,43 secondi per conquistare il secondo posto, e Kira Weddell è arrivata terza, a soli 0,09 secondi da Ilka. Mikaela Shiffrin del Team USA è arrivata quarta, a soli 0,09 secondi da Keira Weddell. Isabella Wright è arrivata all’11°, Breezy Johnson 25°, Tricia Mangan 40°, Lauren Macuga 43° e Kelly Cashman 48°.

Sofia Jogia
Sofia Joggia Dopo la gara di discesa libera di sabato, si sono aperti nuovi punti di sutura ma ciò non ha diminuito la sua emozione per la vittoria nella seconda gara di discesa libera a St. Moritz, in Svizzera | Foto: Storia Instagram di Sofia Goggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.