L’italiana Invitalia sta valutando l’acquisizione di una partecipazione in Firema di Titanarh

Si dice che il governo italiano stia cercando di acquistare una partecipazione nel braccio indiano di Firema del costruttore di ferrovie Titagarh Wagons.

Secondo il Press Trust of India, l’agenzia statale di promozione degli investimenti Invitalia dovrebbe ottenere una partecipazione dal 20% al 30% in Firema.

Titagarh è in trattative con il governo italiano per finanziare gli aiuti poiché è stato colpito finanziariamente dalla pandemia.

Umesh Chowdhury è stato citato dall’agenzia di stampa dicendo: “È un grande risultato per il governo italiano acquisire una partecipazione, ad eccezione di un investitore di private equity, in Firema.

“I promotori inietteranno anche nuovo capitale. Non possiamo rivelare i dettagli in questo momento a causa delle clausole di riservatezza fino a quando non saranno rilasciate tutte le approvazioni”.

Nel 2015, il gruppo Titagarh con sede a Calcutta ha acquisito Firema, che si occupa della progettazione e produzione di furgoni passeggeri.

L’azienda sta già realizzando progetti in Italia.

Firema svolge anche un ruolo importante nella costruzione del primo autobus in alluminio dell’India per la metropolitana di Pune.

Nell’ultimo esercizio la società ha registrato una perdita di circa 9 milioni di euro. Ciò include una spesa straordinaria una tantum di 4,5 milioni di euro a seguito del rinnovo operativo.

Inoltre, la società è stata colpita dai vecchi ordini. Attualmente, ha un portafoglio ordini di 500 milioni di euro che dovrebbe essere evaso nei prossimi quattro o cinque anni, ha affermato Choudary.

Aziende correlate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.