Le interruzioni dei computer negli Stati Uniti portano a centinaia di ritardi e cancellazioni dei voli

La Federal Aviation Administration ha revocato la messa a terra dei voli negli Stati Uniti dopo che un’interruzione del computer all’inizio di mercoledì ha inviato migliaia di ritardi e centinaia di cancellazioni rapidamente attraverso il sistema negli aeroporti a livello nazionale.

La FAA ha ordinato la messa a terra di tutti i voli in partenza mercoledì mattina, ma ha revocato l’ordine prima delle 9:00 ET.

Tuttavia, i ritardi e le cancellazioni continuano a sommarsi. Più di 3.700 voli sono stati ritardati e più di 640 voli cancellati.

La FAA ha affermato che “sta facendo progressi nel ripristino del sistema di notifica delle missioni aeree [NOTAM] Dopo l’interruzione notturna del servizio. Ha detto intorno alle 8:20 ET che le partenze sono riprese dai principali nodi di Atlanta e Newark, NJ, e dovrebbero riprendere in altri aeroporti entro le 9:00 ET.

Diversi voli verso destinazioni statunitensi hanno mostrato ritardi che vanno da 30 minuti a più di un’ora sui tabelloni delle partenze negli aeroporti canadesi.

I principali aeroporti canadesi hanno consigliato ai viaggiatori delle compagnie aeree statunitensi di verificare con le loro compagnie aeree lo stato del volo prima di dirigersi verso l’aeroporto.

Non è ancora chiaro il motivo dell’interruzione

L’addetto stampa della Casa Bianca Karen Jean-Pierre ha dichiarato che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è stato informato della situazione e ha ordinato al Dipartimento dei trasporti di indagare. Jean-Pierre ha affermato che a questo punto non ci sono prove che l’interruzione sia stata causata da un attacco informatico.

READ  Buffalo, New York, si sta preparando per un'altra massa di neve effetto lago mentre le tempeste continuano

Il segretario ai trasporti degli Stati Uniti Pete Buttigieg ha dichiarato in un tweet di essere in contatto con la Federal Aviation Administration e sta monitorando la situazione.

Biden ha affrontato la questione della FAA mercoledì prima di lasciare la Casa Bianca.

“Ho appena parlato con Buttigieg. Non sanno perché. Ma sono al telefono con lui da circa 10 minuti”, ha detto Biden. “Gli ho detto di riferire direttamente a me quando lo scopriranno. Il traffico aereo può ancora atterrare in sicurezza, ma non decollare adesso. Non sappiamo perché.”

Prima di intraprendere un volo, i piloti sono tenuti a consultare i NOTAM, che elencano i possibili effetti negativi sui voli, dalla costruzione della pista alla possibilità di formazione di ghiaccio. Il sistema era basato sul telefono, con i piloti che chiamavano stazioni di servizio di volo dedicate per ottenere informazioni, ma ora si è spostato online.

I viaggiatori camminano mentre una scheda video mostra i ritardi e le cancellazioni dei voli all’aeroporto nazionale Ronald Reagan di Washington ad Arlington, in Virginia, mercoledì. (Patrick Simanski/Associated Press)

Tutti gli aeromobili devono passare attraverso il sistema, compresi i voli commerciali e militari.

Sembra che i malfunzionamenti del sistema NOTAM siano rari.

“Non ricordo mai che un sistema NOTAM sia caduto in questo modo. Ho volato per 53 anni”, ha detto John Cox, un ex pilota e ora consulente per la sicurezza del volo.

Secondo le linee guida della FAA, il sistema NOTAM si è guastato alle 20:28 ET di martedì, impedendo la distribuzione ai piloti di avvisi nuovi o modificati. La FAA ha fatto ricorso a una hotline telefonica nel tentativo di mantenere le partenze durante la notte, ma poiché il traffico è aumentato durante il giorno, ha sopraffatto il sistema di backup del telefono.

I dati della società di analisi dei voli Cirium indicano che più di 21.400 voli dovevano partire mercoledì dagli aeroporti statunitensi. La capacità per quei voli era di circa 2,9 milioni di passeggeri, anche se non è chiaro quanti biglietti siano stati venduti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.