La partnership Isotta Fraschini/Vector Sport Hypercar continua, mirando all’ingresso in gara più avanti nel 2023

Vector Sport tornerà nel FIA WEC nel 2023 nella classe LMP2, ma stamattina il team ha chiarito che la loro partnership con la nuova hypercar Isotta Fraschini è tutt’altro che conclusa, nonostante la vettura non abbia un ingresso a stagione intera nel FIA WEC .

In una dichiarazione subito dopo il rilascio del roster per l’intera stagione, che include 13 auto per l’intera stagione nella classe HyperCar, Vector Sport ha dichiarato:

Sebbene sia deludente che alla Isotta Fraschini Tipo 6 LMH Competizione Hypercar non sia stato concesso un ingresso per l’intera stagione nel FIA WEC 2023, questa notizia non influisce sulla partnership esistente tra il produttore italiano e Vector Sport.

Sarà ora disponibile più tempo per completare un programma completo di test e sviluppo per la nuova hyper, per prepararla al suo debutto in gara, si spera più avanti nel 2023. L’auto è già entrata nel processo di costruzione in Italia ed è in programma per i suoi test e programma di omologazione.

Gary Holland, Team Leader, Vector Sport Ha aggiunto:Siamo entusiasti di annunciare che Vector Sport si è assicurato un posto nella griglia LMP2. Ancora una volta, è incredibilmente competitivo, ma siamo fiduciosi che con le lezioni apprese e l’esperienza acquisita nel 2022, saremo in una posizione forte per lottare per le vittorie in gara in questa stagione. Abbiamo un gruppo forte, una grande squadra di persone con esperienza rilevante e sappiamo esattamente cosa dobbiamo fare per vincere.

“Per quanto riguarda l’ingresso della Isotta Fraschini Hypercar, siamo ovviamente molto delusi dal fatto che non ci fosse posto sulla griglia di partenza per l’intera stagione, ma ora abbiamo più tempo per dedicarci a un programma completo di test e sviluppo per la nuova vettura”. Tipo 6 LMH Competizione. Questo segue l’esempio di altri costruttori nel recente passato e punteremo a entrare in macchina in gara più avanti nella stagione, se sarà accettato dalla FIA e dal WEC. “

Claudio Birò (Amministratore Delegato Isotta Fraschini Motorsport):
“La delusione è grande e non lo neghiamo, ma questa decisione del comitato WEC ci motiverà ulteriormente a mostrare le capacità tecniche della nostra azienda. Il piano non cambia, continueremo a sviluppare e testare la Tipo 6 LMH C con il team Vector e poi presentare la domanda di omologazione nei tempi previsti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.