La NASA conferma che la missione DART ha cambiato il periodo orbitale dell’asteroide

La luna dell’asteroide Demorphos vista dalla navicella DART 11 secondi prima dell’impatto. Credito: NASA/Johns Hopkins APL

Edimburgo, 13 ottobre 2022. Dopo un’attenta analisi dei dati ottenuti nelle ultime due settimane, la NASA ha concluso che il test di reindirizzamento del doppio asteroide (FrecciaLa missione è riuscita a cambiare l’orbita di Demorphos. DART è stata la prima missione ad alterare intenzionalmente il movimento di un corpo celeste, dimostrando la tecnologia di deflessione degli asteroidi del pianeta.

Prima della collisione con il Kinematic Collider, Demorphos aveva un periodo orbitale di 11 ore e 55 minuti attorno all’asteroide genitore Didymos. Dopo la collisione deliberata, gli astronomi hanno misurato come è cambiato questo periodo orbitale. I telescopi terrestri hanno ora confermato che la collisione ha cambiato l’orbita di Demorphos di 32 minuti, accorciandola a 11 ore e 23 minuti.

Gli scienziati si stanno concentrando su un’ulteriore analisi dei materiali espulsi dalla collisione a 22.530 km/h. Un’improvvisa primavera di detriti rocciosi di asteroidi ha rafforzato la spinta di DART contro i Dimorphos. Comprendere l’impatto completo dell’esplosione richiede informazioni sulle proprietà fisiche dell’asteroide, che è ancora oggetto di studio.

La NASA ha affermato che il progetto Hera dell’Agenzia spaziale europea condurrà indagini dettagliate sia su Demorphos che su Didymos in circa quattro anni. La missione si concentrerà in particolare sul buco lasciato da DART misurando anche la massa di Dimorphos.

La NASA ha confermato che né Demorphos né Didymus rappresentano alcun pericolo per la Terra prima o dopo la missione DART.

READ  La NASA afferma che la missione Artemis I sarà pronta per il lancio entro un mese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.