Home / Territorio / La Molisana, qualità con un’anima

La Molisana, qualità con un’anima

“Per missione la qualità ma con un’anima.” Così, Rossella Ferro, del pastificio La Molisana nel corso della conferenza stampa per presentare la nuova linea di produzione destinata alla pasta lunga che riduce del 50% i tempi di essiccazione riducendo al minimo l’esposizione della trafila alla temperatura e rendendo la pasta ancora più buona. Il macchinario in linea è del gruppo Fava ed è stato lo stesso amministratore dell’azienda, Enrico Fava, ad illustrare l’innovazione. Qualità, qualità, qualità è la vera forza del marchio La Molisana che dal 1912 opera a Campobasso in un territorio complesso, orograficamente difficile e per i trasporti problematico. Con strade di collegamento con quelle di grande comunicazione ridotte assai male, senza una linea ferroviaria adeguata diventa tutto molto più difficile. “Ma siamo nati qua – ha detto l’amministratore, Giuseppe Ferro – e continueremo a lavorare in questo territorio. I nostri numeri, oggi, parlano di un aumento del fatturato nel primo trimestre del 2019, del 29,90% in un momento, poi, difficile del mercato della pasta. Siamo al quarto posto tra i pastifici italiani e presentiamo un brand di crescita che, con molta probabilità, ci farà chiudere il 2019 con 150 milioni di fatturato. Questa crescita è dovuta ai consumatori che apprezzano la qualità della nostra pasta. E su questa strada continueremo ad investire. La nuova linea per gli spaghetti, altamente tecnologica, con un’essiccazione della pasta del 50% in meno del tempo previsto, renderà ancora migliore la nostra produzione. E – ha chiuso Giuseppe Ferro – ne andiamo orgogliosi”. Un pastificio che segna, dunque, la storia stessa della città di Campobasso e che dalle 60 unità che erano rimaste in servizio oggi se ne contano 250. Senza dimenticare, però, la tecnologia e l’innovazione dei macchinari e la spinta di passione verso una perfezione e una qualità al top. Così, anche, grazie al pregio delle materie prime agricole ed alla loro grande varietà, dovuta ad un intreccio particolarmente felice e vario di condizioni ambientali e sedimentazioni storico-culturali. E, dunque, la scelta de La Molisana  sulla qualità dove si gioca la partita più importante che vede il riconoscimento dei consumatori con i numeri in crescita. E proprio l’accertamento della qualità dei prodotti agroalimentari da parte dei consumatori, è l’aspetto trainante perché avviene perlopiù al momento del consumo. Ma La Molisana  ha trovato riconoscimenti anche attraverso l’analisi di laboratorio o altre verifiche complesse che, al di fuori della portata dei consumatori, hanno consentito di stabilire la vera natura del bene. Non a caso i premi di recente ottenuti a partire da Leonardo per la Qualità direttamente dal Presidente della Repubblica, al fatto di essere azienda al 100% made in Italy e, non da ultimo, la certificazione de Il Salvagente. Dunque, gli ingredienti della crescita: la specificità territoriale delle caratteristiche qualitative della pasta dove il termine territorio è inteso nella sua accezione più vasta che include, oltre alle caratteristiche ambientali anche la specifica sedimentazione culturale, ivi incluso lo sviluppo di tecniche produttive peculiari. Ingredienti che ci stanno tutti.

G.S.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Elettrificazione ferroviaria, parte il cantiere

Partono ufficialmente i lavori di potenziamento infrastrutturale e tecnologico della tratta ferroviaria Roccaravindola-Isernia-Campobasso. Taglio del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *