La Ferrari ha un disperato bisogno di vittoria

Charles Leclerc di Monaco e Ferrari. Foto: Eric Alonso/Getty Images

gli sport


La Ferrari entra in una giornata di gara cruciale prima della pausa estiva di domenica in Ungheria mentre il team italiano cerca di salvare le sue speranze di campionato che sono svanite davanti ai loro occhi.

Charles Leclerc sta cercando di vincere – e la sua unica vittoria – domenica al Gran Premio d’Ungheria dopo essersi ritirato dal comando in Francia, lasciando Monaco 63 punti dietro Max Verstappen della Red Bull.

Lo scorso fine settimana al Paul Ricard, Leclerc frustrato e irritato alla radio del team dopo che un semplice errore alla curva 11 ha portato a una malinconia con la sua macchina piantata nel paraurti, che non ha dato a Verstappen una vittoria e altri 25 punti.

Tuttavia, la gara di domenica intorno all’Hungaroring offre l’opportunità perfetta per la Ferrari di avere un impatto significativo nella vetta del campionato olandese. L’elevato carico aerodinamico della F1-75 sembra pronto per essere una risorsa imbattibile nelle mani di entrambi i piloti, un circuito denominato Monaco senza muri.

Leggi: La Mercedes vincerà a Budapest?

Senza dubbio Leclerc sarebbe il favorito per la vittoria, ma non è da escludere Carlos Sainz, che recentemente ha visto un vero e proprio aumento di forma: sembrava essere il pilota più veloce in Francia, ma doveva partire dal fondo della griglia dopo aver preso il controllo. nuovo motore.

Ha comunque giocato un ruolo fondamentale lo scorso fine settimana assicurandosi che il suo compagno di squadra conquistasse il centro della scena dopo aver fornito un pareggio di benvenuto, prima di tornare al quinto posto.

READ  'Incredibile' - John Stones paragona Calvin Phillips del Leeds United alla leggenda italiana Andrea Pirlo, ma giura di vincere lo Yorkshire Pirlo.

Leclerc punta al recupero domenica: “Sarò concentrato al 100% su questa gara, cercando di fare il miglior lavoro possibile. Penso che la migliore reazione possibile sia vincere ed è esattamente quello che cercherò di fare!”

Mi sento pronto per una lotta per il titolo. Se guardi in particolare alla prima parte della stagione, penso che sia stata la mia stagione più forte in Formula 1. Penso che soprattutto in gara ho fatto un altro passo avanti in termini di gestione.

Altrove in pista, nonostante Verstappen abbia vinto l’ultima volta, è l’ex pilota della Red Bull ad afferrare molto i titoli dei giornali. Poche ore dopo che il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel è apparso sui social media, ha annunciato il suo ritiro dalla Formula 1.

Il pilota tedesco chinerà la testa a fine anno all’età di 35 anni. Il pilota dell’Aston Martin celebra questo sport da 15 anni, con 57 posti, 53 vittorie in gara, quattro campionati piloti e un’eredità che ha cambiato la Formula 1 a favore di questo sport.

Vettel ha detto:

Ho capito molto presto che era una bella decisione di cambiamento, perché sto girando verso un’altra curva e non so cosa potrebbe aspettarmi. Sembra il momento giusto a questo punto. So quanto devi dedicare a questo sport e quanto sia intenso, il che significa che ho meno tempo per altre cose che non posso più ignorare.

Tuttavia, gli occhi della Red Bull saranno ancora incollati alla gara di oggi, che sembra limitare i danni di Verstappen.

Qualunque cosa al di sopra di un terzo sarà descritta come una vittoria per la squadra che cerca di assicurarsi di perdere un po’ del loro vantaggio nel campionato piloti prima della pausa estiva.

READ  Lamine Conte è stato il "miglior giocatore" che ha visto il suo compagno di squadra in Sierra Leone, Mohamed Kallon

Verstappen ha detto:

che essi [Ferrari] Ha così tanto carico aerodinamico che è più veloce quando scivola avanti e indietro. A Budapest saranno sopra di noi!

La Mercedes ha conquistato il suo primo podio quest’anno in Francia dopo aver approfittato dei problemi della Ferrari. Sebbene il ritmo dal vivo fosse inaspettato, almeno tre squadre sono rimaste fuori dalla prima coppia per tutto il fine settimana.

Un’eccedenza di aggiornamenti è stata portata in Ungheria, il che porterebbe a significativi miglioramenti del ritmo. Si ritiene che la Mercedes possa occupare gli specchietti della Red Bull questo fine settimana mentre cercano di guadagnare un po’ di slancio nella seconda metà della stagione.

Nonostante sia arrivato penultimo tempo, Hamilton non era eccessivamente ottimista in vista della gara di domenica.

“È tutto soggettivo. Alla fine sì, la nostra prestazione, il nostro risultato è stato ottimo lo scorso fine settimana, ma non siamo progrediti nel senso che non abbiamo fatto avanzare la macchina.

Semmai, lo scorso fine settimana eravamo ancora più indietro, ma finora abbiamo fatto molto affidamento sui fallimenti degli altri. Carlo [Sainz] Non c’era, ovviamente la seconda Ferrari [of Charles Leclerc] era fuori. Siamo riusciti a stare davanti all’altra Red Bull. Il che è stato fantastico, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare per realizzarlo con prestazioni fenomenali, quindi è quello per cui stiamo lavorando e abbiamo ancora molta strada da fare.

Il Gran Premio d’Ungheria si svolgerà a Budapest e i piloti affronteranno 70 giri della pista di 4.381 km. La concentrazione sarà fondamentale, con diverse curve a bassa e media velocità.

Ci sono due zone DRS intorno alla pista, sia alla curva 1 che alla curva 2, per favorire i sorpassi, anche se, statisticamente parlando, può essere difficile sorpassare, ma non dirlo a Verstappen, che ha perso la vittoria nel 2019 contro Hamilton solo quattro giri fa.

READ  Voci di trasferimento: Phillips, Ten Hag, Pochettino, Tuchel, Rudiger, Sanchez

Le luci promettono divertimento, con forse un po’ di aria umida nell’aria per ravvivarlo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.