Home / Politica / Ittierre, Tartaglione interroga Di Maio: “Come intende aiutare le tante famiglie in difficoltà?”

Ittierre, Tartaglione interroga Di Maio: “Come intende aiutare le tante famiglie in difficoltà?”

“Quali iniziative intende attuare il ministro per fronteggiare questa grave emergenza socio-economica?”. L’onorevole Annaelsa Tartaglione incalza così il responsabile allo Sviluppo economico, nonché vicepremier, Luigi Di Maio in una interrogazione presentata stamane alla Camera dei deputati, anche a seguito delle sollecitazioni giunte nei giorni scorsi dalla Consigliera regionale della Lega Filomena Calenda.

L’emergenza a cui si fa riferimento è quella del tessile, una volta fiore all’occhiello dell’economia molisana, punto di riferimento per tutto il Centrosud ed orgogliosa espressione del Made in Italy dal 1986, capace di dare lavoro a centinaia di famiglie. Fino alla chiusura dello stabilimento della Ittierre S.p.A di Pettoranello del Molise, in provincia di Isernia, con le conseguenti ricadute sul benessere dell’intera popolazione presente nell’area.  I dipendenti dello stabilimento, nonostante il provvedimento del governo centrale con il quale si autorizza la proroga della mobilità in deroga, non ricevono le spettanze dallo scorso luglio. La suddetta proroga prevedeva l’erogazione in due tranche differenti, la prima di cinque mesi e relativa all’anno 2018, la seconda di mesi dodici relativa invece al 2019.  “La nostra regione e gli enti locali – si legge nell’interrogazione – hanno bisogno di un impegno concreto e di soluzioni certe per affrontare una crisi di tale portata, situazione analoga è infatti rappresentata anche dagli ex dipendenti del comparto avicolo Gam e dello Zuccherificio del Molise”. “Il Molise – sottolinea infine la parlamentare molisana – vive un momento particolare dal punto di vista economico ed industriale, una situazione che mette in discussione il futuro stesso di questa terra e la sua tenuta sociale. Per tale motivo, chiediamo interventi rapidi ed efficaci da parte delle istituzioni centrali”.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Miracolo molisano: la sede regionale di Bruxelles avrebbe aperto le porte dell’Europa al Molise! Parossismo politico e amministrativo auto celebrativo di una Regione che non si cui cura dei lavoratori della Gam, dell’Itr e dello Zuccherificio; che ha la sanità più sfessata d’Italia e un tasso di disoccupazione giovanile da primato

Apriamo le orecchie e aguzziamo l’ingegno e predisponiamoci alla standing-ovation da tributare al presidente Donato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *