Il Vaticano licenzia il leader del sacerdozio anti-aborto pro-Trump – patriottico

Padre Frank Pavone, leader del movimento antiabortista americano e convinto sostenitore dell’ex presidente Donald TrumpÈ stato espulso dal sacerdozio cattolico per post “blasfemi” sui social media e per aver disobbedito ai vescovi.

Il Vaticano Pavon ha separato la sua pelliccia a novembre, secondo una lettera che il suo ambasciatore a Washington ha inviato ai vescovi statunitensi. La lettera, vista da Reuters, afferma che Pavone non potrà fare appello.

Leggi di più:

Papa Francesco ha scritto una nota di dimissioni dopo la sua elezione nel 2013 citando problemi di salute

La lettera afferma che Pavone è stato rimosso dall’incarico per “comunicazioni blasfeme sui social media e continua disobbedienza alle istruzioni legali del suo vescovo diocesano”.

Nella campagna presidenziale del 2016, ha pubblicato un video di un feto abortito su un altare e ha esortato i cattolici a non votare per un candidato democratico. Hillary Clintonche in seguito ha perso contro Trump.

La storia continua sotto l’annuncio

La conservatrice Catholic News Agency (CNA) aveva riferito del suo sghiacciamento.

Pavone, un newyorkese di 63 anni, ha avuto rapporti tesi con diversi suoi superiori episcopali durante la sua carriera clericale, spesso per azioni che consideravano troppo politiche.

Dopo che Trump ha perso contro Joe Biden nel 2020, Pavone è stato tra i sostenitori di Trump che hanno messo in dubbio la validità delle elezioni.

Domenica, in un video di un’ora e 40 minuti, Pavone, che indossava ancora un collare da prete, ha affermato di essere stato “perseguitato nella Chiesa per decenni” e ha deriso i suoi critici definendolo “il più stupido del mondo”.


Clicca per riprodurre il video:

Il ministro degli Esteri russo accusa Papa Francesco di essere “non cristiano” e accusa la NATO di alimentare le tensioni nel Mar Cinese Meridionale


In un tweet nel 2020, ha parlato di “sostenitori di questo fottuto perdente Biden e del suo Partito Democratico moralmente corrotto, che odia l’America, che odia Dio”.

Ha fatto riferimento a quell’episodio nel suo video di domenica, dicendo: “Ho usato la parola GD per rispondere a qualcuno in un tweet ed è per questo che vogliono scomunicarmi dal sacerdozio”.

La storia continua sotto l’annuncio

Durante la campagna presidenziale del 2020, è stato rimproverato per aver insinuato che i cattolici che hanno votato democratico non dovrebbero essere assolti dai loro peccati nelle confessioni.

Nel video che ha pubblicato domenica, ha accusato i suoi critici di “sviare i punti di discussione dei Democratici”.

Ha detto di non aver ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dal Vaticano sulla sua rimozione e ha criticato il Vaticano per “aver parlato con i media prima di parlare con il sacerdote”.

Ha aggiunto: “Non lascerò mai il sacerdozio”.

Segnalazione aggiuntiva di Maria Caspani. Montaggio di John Stonestreet

READ  Un tornado "molto pericoloso" colpisce la storica Selma, in Alabama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *