Il principe Harry, Elton John e altri si oppongono al popolare gruppo mediatico e li fanno causa per pratiche di spionaggio

il principe Harry Insieme al leggendario compositore e artista Elton John Altri si incontrano per intentare una causa contro di loro Giornali associatila società proprietaria The Daily Mail, The Mail on Sunday e MailOnline Tra l’altro.

La base della causa è che il principe e il resto sono bersagli di una campagna in corso poiché diventano “vittime di odiose attività criminali e Gravi violazioni della privacy da parte di Associated Newspapers

Le persone interessate sono Il duca di Sussex, il principe Harry, Elton John, David Furnish, Elizabeth Hurley, Sadie Frost e la baronessa Doreen Lawrence, madre del defunto Stephen Lawrence.

Harry e Meghan hanno notato un momento romantico a Santa Barbara Bowl

Sono il bersaglio di un’aberrante attività criminale

I sei di loro affermano di averne “ne preso coscienza Prove molto convincenti e inquietanti che erano vittime di attività criminali ripugnanti e gravi violazioni della privacy da parte di Associated Newspapers.”

Hanno grandi dubbi

Hanno rilasciato un comunicato stampa in cui hanno motivo di sospettare che i suddetti media abbiano utilizzato metodi illegali per ottenere le informazioni che pubblicano, come assumere investigatori privati, posizionare dispositivi spia per registrare le telefonate in entrata e in uscita e pagare gli stipendi della polizia ufficiali. , e altro ancora.

Hanno rilasciato un comunicato stampa

Lo afferma anche il comunicato Le informazioni trovate sono solo la punta dell’iceberg “E che molti altri innocenti rimangono vittime di simili atti orribili e riprovevoli”, continua il loro rilascio. “Quindi ora si sono riuniti per esporre la verità, per ritenere i giornalisti pienamente responsabili, e molti di loro ricoprono ancora alte posizioni di potere e potere anche oggi”.

READ  Il CEO di ViacomCBS spiega l'acquisto "Discovery" di Netflix, descrivendo "Essential" il franchising globale di Star Trek - TrekMovie.com

La stampa opera liberamente, sì, deve essere responsabile

Inoltre, spiega il documento “Questi individui sono stati oggetto di interesse pubblico durante la loro vita professionale e personale. Sono uniti nel desiderio di vivere in un mondo in cui la stampa opera liberamente ma responsabilmente. Il giornalismo che rappresenta la verità è basato sui fatti e ci si può fidare che agisca in modo etico e a beneficio del popolo britannico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.