Il Nicaragua rimuove il segnale CNN en Español dall’aria

Non ha spiegato perché stava eliminando il servizio in lingua spagnola della CNN, né ha risposto alla richiesta di commento della CNN. Anche gli operatori via cavo che trasportano la CNN en Español nel paese non hanno commentato.

“Oggi il governo nicaraguense ha ritirato i nostri segnali televisivi e ha negato le notizie e le informazioni nicaraguensi dalla nostra rete televisiva, su cui fanno affidamento da 25 anni”, ha affermato il servizio con sede negli Stati Uniti in una nota.

Il governo nicaraguense sotto il presidente Daniel Ortega ha represso la stampa e i critici negli ultimi due anni. Diversi giornalisti nicaraguensi sono stati costretti all’esilio, e secondo esso non ci sono ancora “praticamente nessun media indipendente all’interno del paese”. Reporter senza frontiere Libertà di stampa.

“La CNN in spagnolo era l’unico punto critico rimasto nei confronti del presidente Daniel Ortega a disposizione dei nicaraguensi”, ha riferito Reuters giovedì.

Arturo Macfields, un ex ambasciatore del Nicaragua presso l’organizzazione americana, ha twittato che afferma.

Negli ultimi mesi, la CNN en Español ha riportato altri esempi di repressione da parte del governo Ortega, Compreso l’arresto di un vescovo cattolico È stato indagato per attività “destabilizzanti e provocatorie”, dopo aver contestato la chiusura di sette radio cattoliche legate al vescovo nel Paese.

Il servizio ha affermato che i nicaraguensi possono trovare notizie in spagnolo sul suo sito web.

“La CNN è impegnata nel reporting della nostra rete e nel nostro impegno per la verità e la trasparenza”, ha aggiunto. “Alla CNN en Español crediamo nel ruolo vitale che la libertà di stampa gioca in una sana democrazia”.

READ  Un'operatrice umanitaria britannica afferma che il governo deve fare di più per farla uscire da una prigione iraniana

A marzo, Macfields ha emesso rare critiche pubbliche al suo governo, definendo il regime di Ortega una “dittatura” e citando, tra le altre cose, la sua repressione dei media.

“Dal 2018, il Nicaragua è diventato l’unico paese dell’America Centrale che non ha giornali cartacei. Non c’è libertà di postare un semplice tweet, [or posting] Un semplice commento sui social.

Ha continuato: “Non ci sono organizzazioni per i diritti umani .. sono state tutte chiuse, espulse o chiuse. Non ci sono partiti politici indipendenti, elezioni credibili e separazione dei poteri”.

I media statali del Nicaragua hanno successivamente pubblicato un messaggio su Twitter affermando che Macfields non rappresenta il governo di Ortega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.