Il ministro degli Esteri ucraino punta a un vertice di pace alle Nazioni Unite a febbraio, ma l’invito della Russia è condizionato

Il ministro degli Esteri ucraino ha dichiarato lunedì che il suo governo mira a convocare un vertice di pace entro la fine di febbraio, ma che la Russia può essere invitata a tale vertice solo se il paese deve prima affrontare un processo per crimini di guerra in un tribunale internazionale.

“Possono essere invitati a questo passo solo in questo modo”, ha detto il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba in un’intervista all’Associated Press.

Ha detto che il vertice, che segnerà l’anniversario della guerra di Russia, si terrà preferibilmente alle Nazioni Unite con il segretario generale Antonio Guterres come potenziale mediatore.

Sul ruolo di Guterres, Kuleba ha dichiarato: “Si è dimostrato un mediatore efficace, un negoziatore competente e, soprattutto, un uomo di principio e integrità. Pertanto, accogliamo con favore la sua partecipazione attiva”.

Non ci sono stati commenti immediati dall’ufficio del portavoce delle Nazioni Unite.

Anche altri leader mondiali si sono offerti di mediare, come quelli in Turchia e in Arabia Saudita.

Un funzionario ucraino dubita delle accuse negoziali russe

Il ministro degli Esteri ha nuovamente minimizzato questo Commenti Da parte delle autorità russe è pronto per i negoziati.

“Dicono regolarmente di essere pronti per i negoziati, il che non è vero, perché tutto ciò che fanno sul campo di battaglia dimostra il contrario”, ha detto Kuleba.

Nelle osservazioni rilasciate domenica alla televisione di stato russa, Putin ha affermato che il suo paese era pronto per i colloqui per porre fine alla guerra in Ucraina, ma ha osservato che sono stati gli ucraini a rifiutarsi di fare un simile passo. Nonostante i commenti di Putin, le forze russe hanno continuato ad attaccare l’Ucraina, segno che la pace non è imminente.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che un drone ucraino stava volando vicino alla base aerea russa di Engels nella regione di Saratov quando è stato abbattuto. Questa foto di Maxar Technologies mostra l’aeroporto militare della base. (Tecnologie Maxmar/Reuters)

Lunedì l’Ucraina ha invitato gli Stati membri delle Nazioni Unite a privare la Russia del suo status di membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e ad escluderla dall’organizzazione internazionale. Kuleba ha affermato che si stavano preparando da tempo a questa mossa per denunciare le frodi e privare la Russia del suo prestigio.

Il Dipartimento di Stato afferma che la Russia non è mai passata attraverso il processo legale per ottenere l’adesione dell’ex Unione Sovietica al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

“Questo è l’inizio di una dura battaglia, ma combatteremo, perché nulla è impossibile”, ha detto Kuleba all’Associated Press.

È stato riferito che un drone ucraino è caduto in profondità nel territorio russo

L’esercito russo ha riferito lunedì di aver abbattuto un drone ucraino che si stava avvicinando a una base aerea nelle profondità della Russia, la seconda volta che la struttura è stata presa di mira questo mese, esponendo ancora una volta le debolezze delle difese aeree russe.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che il relitto ha ucciso tre membri del personale di servizio nella base aerea di Engels, che ospita i bombardieri strategici Tu-95 e Tu-160 con capacità nucleare, che hanno lanciato attacchi contro l’Ucraina nella guerra di 10 mesi.

L’agenzia di stampa russa Baza ha riferito che quattro persone sono rimaste ferite e ha detto che è scoppiato un incendio con esplosioni, sirene e lampi in un video pubblicato sul suo canale Telegram. Il Ministero della Difesa ha affermato che nessun aereo russo è stato danneggiato. Non è chiaro se i droni siano stati lanciati dall’Ucraina o dal territorio russo.

Engels si trova nella regione russa di Saratov sul fiume Volga, a più di 600 chilometri a est del confine con l’Ucraina.

Un ufficiale russo scatta una foto di un bombardiere Tu-95.
Un ufficiale russo scatta una foto di un bombardiere TU-95, o Bear, alla base aerea militare di Engels, a circa 900 chilometri a sud di Mosca, in questa foto del 7 agosto 2008. (Sergey Karpukhin/Reuters)

In linea con la pratica di lunga data del governo di Kiev di non confermare gli attacchi transfrontalieri pur accogliendo con favore i loro risultati, il portavoce dell’aeronautica ucraina Yuriy Ikhnat non ha riconosciuto direttamente il coinvolgimento del suo paese nell’incidente di lunedì in un’intervista alla televisione ucraina, ma ha detto: “Questi sono i risultati dell’aggressione russa.” .

Ha osservato: “Se i russi pensano che la guerra non li colpirà in profondità dietro le loro linee, allora si sbagliano profondamente”.

“Completamente soddisfatto” della visita di Zelenskyj negli Stati Uniti

Kuleba, secondo solo al presidente Volodymyr Zelensky nel trasmettere il messaggio e il bisogno dell’Ucraina a un pubblico internazionale, ha dichiarato all’Associated Press di essere “abbastanza soddisfatto” dei risultati della visita di Zelensky negli Stati Uniti la scorsa settimana. Questo è il suo primo viaggio all’estero dall’inizio della guerra, il 24 febbraio.

Ha rivelato che il governo degli Stati Uniti ha sviluppato un piano speciale per ottenere Batteria missilistica Patriot Pronto per operare nel paese in meno di sei mesi. Di solito, la formazione richiede fino a un anno.

Kuleba ha detto durante l’intervista al ministero degli Esteri che l’Ucraina farà tutto il possibile per vincere la guerra nel 2023, aggiungendo che la diplomazia gioca sempre un ruolo importante.

“Ogni guerra finisce in modo diplomatico”, ha detto. “Ogni guerra finisce come risultato di azioni intraprese sul campo di battaglia e al tavolo dei negoziati”.

La Russia ha subito numerosi attacchi transfrontalieri durante la guerra sul suo territorio principale, così come in Crimea, che ha annesso nel 2014. Gli incidenti hanno fatto arrabbiare i blogger militari russi che affermano di mostrare la debolezza delle difese aeree e dei sistemi di sicurezza del paese. Generale.

4 ucraini uccisi vicino al confine, secondo un rapporto della Tass

In un altro incidente transfrontaliero che non è stato possibile confermare in modo indipendente, l’agenzia di stampa russa Tass ha riferito lunedì che le forze di sicurezza del paese avevano ucciso quattro sabotatori ucraini che stavano cercando di entrare nella regione di Bryansk dall’Ucraina. Il rapporto affermava che gli infiltrati trasportavano materiali esplosivi quando sono stati arrestati domenica.

I soldati ucraini hanno sparato con obici semoventi.
I soldati ucraini hanno sparato lunedì con un obice semovente Cesar di fabbricazione francese contro posizioni russe vicino ad Avdiivka, nella regione di Donetsk, in Ucraina. (Lipkus/Associated Press)

In prima linea nominale in Ucraina, il governatore ucraino di Luhansk, Serhiy Hayday, ha detto che le forze russe si sono ritirate dal sito operativo del comando militare nella città di Kremina quando le forze ucraine si sono avvicinate dopo mesi di intensi combattimenti. Il ministero della Difesa russo non ha commentato le accuse di ritiro.

Le forze russe si sono spostate a Krymina e in diverse altre regioni a settembre dopo essersi ritirate dalla regione di Kharkiv nell’Ucraina orientale. Situata nella regione orientale di Luhansk, che è quasi interamente sotto il controllo di Mosca, Kreminna si trova su un’importante rotta di rifornimento per le forze russe e funge da porta per il movimento verso altri luoghi strategici.

In precedenza, Heidey ha riferito che la Russia ha ritirato la sua amministrazione governativa occupata da Svatov, 51 chilometri a nord di Kremina.

Haidei ha detto lunedì alla televisione ucraina che le forze russe nell’area “hanno subito pesanti perdite e le strutture mediche sono sopraffatte dai soldati feriti”. Ha detto che l’esercito russo sta ridistribuendo i paracadutisti dalla regione di Kherson alla regione.

E nella vicina regione di Donetsk, parzialmente occupata dalla Russia, continuano feroci battaglie intorno alla città di Bakhmut, che le forze russe cercano da settimane di controllare per consolidare la loro presa sull’Ucraina orientale.

Zelensky ha detto la scorsa settimana che Bakhmut è stato il più caldo sui 1.300 chilometri del fronte della guerra.

I funzionari ucraini hanno mantenuto l’ambiguità sui passati attacchi di alto profilo, compresi gli attacchi di droni sulle basi militari russe all’inizio di questo mese.

READ  Gli aeroporti di NL fanno parte di un "grande ponte aereo" dove armi e altri rifornimenti fluiscono in Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.