Il falso Joe Rogan intervista il falso Steve Jobs in un podcast basato sull’intelligenza artificiale

Ingrandisci / Quale Steve Jobs è quello vero?

Ars Tecnica

Una società di sintesi audio con sede a Dubai ha pubblicato a intervista a un podcast immaginario Tra Joe Rogan e Steve Jobs usando voci realistiche e riprodotte digitalmente da entrambi gli uomini. Si svolge durante il “primo episodio” di una presunta serie di podcast chiamata “Podcast.ai”, creata da Play.ht, che vende servizi di sintesi audio.

Nell’intervista, senti per la prima volta una replica della voce di Rogan creata da una tecnologia di riproduzione vocale simile alla nostra coperto da sull’Ars. La tecnologia di deep learning ha consentito ai modelli di intelligenza artificiale di replicare suoni distinti con un alto grado di precisione, come nel caso di Darth Vader della Disney Obi-Wan Kenobi Serie TV.

Per ottenere l’effetto, qualcuno deve prima addestrare il modello AI su campioni esistenti dell’audio da riprodurre. Rogan è un obiettivo primario della formazione vocale AI con modelli di deep learning a causa delle grandi quantità della sua voce isolata nei suoi podcast. Infatti, The Verge Coperto Un’acrobazia di pubbliche relazioni di una società di intelligenza artificiale chiamata Dessa sintetizzata da Rogan nel 2019.

Il punto in cui questo esempio di intelligenza artificiale diventa più interessante è che Play.ht è stato anche agganciato alla voce del defunto CEO di Apple Steve Jobs. La sua voce, sebbene a volte meccanicamente instabile, ricorda le sue note chiave di Apple e le sue interviste su All Things Digital alla fine degli anni 2000. Play.ht afferma che anche il testo dell’intervista è stato generato dall’intelligenza artificiale, forse da un LLM simile a GPT-3.

READ  La nave mercantile cinese detenuta Happy-Valley Goose Bay partirà dopo l'insediamento

“I testi sono generati utilizzando modelli linguistici precisi”, Scrive Play.ht su Podcast.ai. “Ad esempio, l’episodio di Steve Jobs è stato addestrato sulla sua autobiografia e su tutte le registrazioni che siamo riusciti a trovare su Internet in modo che l’IA potesse riportarlo in vita con precisione”.

In linea con le sue radici LLM, l’intervista di 19 minuti non ha senso. Dopo un po’, parti dell’intervista immaginaria iniziano a suonare come un miscuglio concettuale di argomenti di discussione sul lavoro popolari, inclusi estetica, prodotti rivoluzionari, concorrenti come Google, Microsoft, Adobe e i trionfi del Macintosh originale.

Ad esempio, durante una sezione dell’intervista, i falsi lavori approfondiscono le critiche a Microsoft che sono molto simili a ciò che ha detto il vero lavoro in Famosa intervista nel 1995 per vittoria dei nerd, ma non è una copia carbone – e puoi dire che il suono è un composto se confronti i due. “Questo è il problema che ho sempre avuto con Microsoft”, dice il falso Jobs. “Sono persone intelligenti in molti modi e hanno fatto un buon lavoro, ma non hanno mai avuto alcun talento prima. Non hanno mai avuto alcun senso estetico”.

Resta da vedere se sia legale usare la somiglianza vocale di Jobs o di Rogan in questo modo, in particolare per promuovere un prodotto commerciale. E nonostante la natura PR del podcast, il concetto di un podcast di celebrità immaginario ha attirato la nostra attenzione. Come diventa l’installazione sonora più famoso E forse non rilevabile, guardiamo a un futuro in cui è probabile che i media di qualsiasi età siano completamente fluidi, flessibili e modellabili per adattarsi a qualsiasi storia. In questo mondo molto fantastico, Jobs è un grande fan di Rogan.

READ  Royal Bank ha ordinato di rivelare chi c'è dietro 97 conti offshore

“È bello sedersi in macchina e ascoltare i tuoi discorsi ad alto volume”, dice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.