Il bilancio delle vittime in India sale a oltre 130 per il crollo del ponte sospeso

Squadre militari stanno cercando lunedì le persone scomparse dopo che un ponte sospeso secolare è crollato nel fiume Sunday nello stato indiano occidentale del Gujarat, facendo annegare centinaia di persone nelle acque e uccidendo almeno 132 persone in uno dei peggiori incidenti del paese negli ultimi dieci anni .

Almeno 177 sopravvissuti sono stati recuperati dal fiume e squadre dell’esercito, della marina e dell’aviazione stanno cercando altri che sono ancora dispersi, ha detto Jigar Khunt, un funzionario del Ministero dell’Informazione del Gujarat.

Rapporti video in diretta hanno mostrato centinaia di altri aggrappati disperatamente alla struttura rotta e cercando di farsi strada verso la salvezza, mentre la folla sulla spiaggia urlava o nuotava per cercare di salvare coloro che erano caduti.

La passerella del 19° secolo, di epoca coloniale, sul fiume Machu, nel distretto statale di Morbi, è crollata perché non poteva sopportare il peso della grande folla, hanno detto le autorità, mentre la stagione dei festival indù ha attirato centinaia di visitatori all’attrazione turistica aperta di recente.

Il ponte, lungo 232 metri, è stato chiuso per riparazioni per circa sei mesi e riaperto solo quattro giorni fa per il capodanno gujarati. Le immagini del luogo del disastro mostravano il ponte diviso nel mezzo e la passerella di metallo che pendeva, i cavi metallici tagliati in alcuni punti.

Il personale di soccorso indiano conduce le ricerche dopo il crollo di un ponte sul fiume Machu. Il ponte è stato chiuso per lavori circa sei mesi fa e riaperto quattro giorni fa. (Sam Panthake/AFP/Getty Images)

Il ministro di Stato Harsh Sangvi ha detto ai giornalisti che 132 persone sono state confermate morte e molte di loro sono state portate in ospedale in condizioni critiche. Sanghvi ha detto che i medici di emergenza e i soccorritori hanno lavorato tutta la notte per cercare i sopravvissuti. Ha detto che la maggior parte delle vittime erano adolescenti, donne e anziani.

Non è stato immediatamente chiaro quante persone fossero sul ponte quando è crollato, ma i sopravvissuti hanno detto che era così sovraffollato che la folla non è stata in grado di mettersi in salvo quando i trefoli del cavo hanno iniziato a rompersi.

Riusciamo a malapena a muoverci

“C’erano così tante persone sul ponte. Riuscivamo a malapena a muoverci”, ha detto Siddiq Bey, 27 anni, mentre si riprendeva dalle ferite riportate in un letto d’ospedale a Morby.

Un amico ha detto di essere saltato in acqua quando il ponte ha iniziato a rompersi e ha visto il suo amico schiacciarsi dal suo sentiero di metallo. Sopravvisse al disastro arrampicandosi sul ponte e tenendosi ai cavi, ma il suo amico non riuscì a sopravvivere.

“Tutti chiedevano aiuto, ma uno dopo l’altro hanno iniziato a scomparire nell’acqua”, ha detto un amico.

Guarda | Il ponte sospeso ha riaperto 4 giorni fa:

Decine di morti nel crollo di un ponte pedonale nell’India occidentale

Almeno 81 persone sono morte nell’India occidentale dopo che una passerella secolare piena di spettatori è crollata, costringendoli a entrare nel fiume sottostante.

I canali di notizie locali hanno mostrato le foto dei dispersi condivise dai parenti preoccupati che cercavano i loro cari. Diversi membri della famiglia sono corsi negli ospedali sovraffollati in cerca dei loro parenti.

Modi è “molto triste” per la tragedia

Il primo ministro Narendra Modi, che si trovava nel suo stato natale del Gujarat per una visita di tre giorni, si è detto “profondamente addolorato per questa tragedia”. Il suo ufficio ha annunciato un risarcimento per le famiglie dei morti e ha sollecitato un rapido intervento di salvataggio.

“Raramente avrei sentito un tale dolore”, ha detto Modi durante un evento pubblico nello stato lunedì.

Modi ha governato il Gujarat come il suo funzionario eletto più anziano per 12 anni prima di diventare Primo Ministro dell’India nel 2014

Le elezioni per il governo del Gujarat sono attese nei prossimi mesi e i partiti di opposizione hanno chiesto un’indagine sul crollo, affermando che il ponte è stato riaperto senza nulla osta di sicurezza. Questa affermazione non può essere verificata in modo indipendente, ma il governo statale ha affermato di aver istituito una squadra speciale per indagare sul disastro.

Il personale di soccorso ha condotto le ricerche domenica dopo il crollo di un ponte sul fiume Machu. Le autorità hanno affermato che il ponte è crollato perché non poteva sopportare il peso di una grande folla. (AFP tramite Getty Images)

Le infrastrutture in India sono state a lungo segnate da problemi di sicurezza, che a volte hanno provocato gravi disastri su autostrade e ponti.

Il crollo del ponte è il terzo grave disastro in Asia e provoca grandi folle in un mese.

Sabato, una folla della folla di Halloween ha ucciso più di 150 uomini, per lo più giovani, che hanno partecipato ai festeggiamenti a Itaewon, un quartiere di Seoul, in Corea del Sud. Il 1° ottobre, la polizia indonesiana ha sparato gas lacrimogeni durante una partita di calcio, uccidendo 132 persone mentre gli spettatori tentavano di fuggire.

I parenti di una delle vittime piangono lunedì a Morbi. Più di 130 persone sono state uccise e molte altre si teme siano ferite nell’incidente. (Ajit Solanki/Associated Press)
READ  Due morti in un incendio in California mentre le squadre dei vigili del fuoco si danno battaglia il quarto giorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.