I passeggeri ora pagheranno di più per viaggiare all’aeroporto Pearson di Mississauga


di Declan Finucane

Inserito il 13 ottobre 2022 alle 11:57

Dopo un’estate di voli cancellati, bagagli smarriti e lunghe code all’aeroporto Pearson di Mississauga, l’aeroporto più trafficato del Canada ha alzato i prezzi.

La Greater Toronto Airports Authority (GTAA), che gestisce Pearson, ha recentemente annunciato che aumenterà sia l’Airport Improvement Fee (AIF) riscossa sui passeggeri sia il biglietto aereo riscosso dalle compagnie aeree.

Questi aumenti entreranno in vigore a gennaio e dovrebbero aiutare a pagare gli aumenti del personale e i lavori di ristrutturazione dell’aeroporto.

Il valore dell’AIF, che attualmente è di $ 30 per i passeggeri in partenza e $ 6 per i viaggiatori in coincidenza, aumenterà rispettivamente a $ 35 e $ 7, a partire dal 1 gennaio 2023. In tempi pre-pandemia, i passeggeri hanno pagato rispettivamente $ 25 e $ 4.

Prima di allora, le tasse non erano aumentate da più di un decennio.

In confronto, queste tariffe negli aeroporti statunitensi fissano un massimo di $ 18 per viaggio di andata e ritorno per passeggero.

Inoltre, gli aerei che atterrano a Pearson pagheranno il 4% in più a gennaio. Un tipico aereo che arriva all’aeroporto di Mississauga ora paga circa $ 4.875, e questo salirà a poco più di $ 5.000.

L’aumento dei prezzi di Pearson ha attirato alcune critiche da parte delle compagnie aeree e di altri gruppi nel settore delle compagnie aeree e dei viaggi.

Un punto critico è che gli aumenti arrivano in un momento in cui i servizi aeroportuali e aerei, in particolare a Pearson, sono peggiorati dall’inizio di quest’anno.

Il La situazione all’aeroporto di Pearson la scorsa estate I viaggiatori e altri spesso lo descrivono come “disordinato” perché i voli vengono ritardati o cancellati del tutto e il bagaglio spesso non raggiunge la posizione corretta.

READ  RAAW Bikes offre uno sconto di € 100 in Canada e negli Stati Uniti quando un negozio locale costruisce uno dei suoi pneumatici

Anche le lunghe code all’interno delle stazioni e la mancanza di personale hanno contribuito alla frustrazione generale provata dai viaggiatori e dagli altri.

insauga Standard e politiche editoriali

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.