Home / Sanità / Grillo: Ecco perchè chiuso il punto nascita a Termoli
Asrem 118 Molise

Grillo: Ecco perchè chiuso il punto nascita a Termoli

“In relazione alla chiusura del punto nascita di Termoli, il ministero della Salute precisa che il parere espresso dal Comitato percorso nascita nazionale è scaturito dalla disamina dei dati relativi agli standard di sicurezza previsti dall’accordo Stato Regioni 16.12.2010, oltre che dalla tendenziale diminuzione dei volumi di attività riscontrati a partire dal 2010″. A sottolinearlo è il ministro della Salute, Giulia Grillo. “Si sottolinea che il Punto Nascita di Termoli oltre ad alcuni disallineamenti rispetto agli standard richiesti non ha alcuna condizione di disagio orografico attestato dalla bassa fidelizzazione delle donne dei comuni del suo bacino di utenza che da anni scelgono di partorire in altri punti nascita, anche fuori Regione, e più distanti da Termoli. Per quanto riguarda la carenza dei medici in Molise, e non solo, si sta provvedendo con interventi resi possibili dalle norme contenute nel decreto Calabria sia in prospettiva di lungo termine attraverso assunzioni oggi rese possibili, ma anche nell’immediato grazie alla possibilità di conferire incarichi a tempo determinato a medici specializzandi dell’ultimo e penultimo anno”.
Intanto l’Asrem sottolinea come presso il Presidio Ospedaliero di Termoli è già operativo il percorso di accompagnamento alla nascita, per il quale è stato disposto il potenziamento delle funzioni ambulatoriali di visita, ecografia e diagnostica pre-natale, monitoraggio pre-parto e controlli post partum. “Nel medesimo Presidio Ospedaliero di Termoli inoltre continueranno ad essere garantite presso il Pronto Soccorso 24 ore su 24 le consulenze urgenti , da parte del personale specialista in Ostetricia e Ginecologia e di operatrici ostetriche che, sulla base della situazione clinica, assicureranno il trasferimento assistito verso il punto nascita appropriato nell’ambito della rete aziendale integrata materno-infantile. Rimarrà attiva e completamente operativa la UO di Pediatria, al fine di assicurare 24 ore su 24, le consulenze urgenti presso il Pronto Soccorso nonché l’assistenza in regime di ricovero ai pazienti in età pediatrica. Sempre nell’ottica di garantire la sicurezza delle cure, è stato previsto un costante monitoraggio del percorso clinico –organizzativo così articolato e predisposti meccanismi di controllo dei rischi nonché un insieme di accorgimenti preventivi idonei a contenere i disguidi nella fase di adattamento della nuova articolazione organizzativa”.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Centro prelievi a San Giovanni dei Gelsi chiuso per mancanza di personale

Era stata già paventata nel 2017 la chiusura del Centro Prelievi per le analisi del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *