Google sta testando il suo ultimo robot AI in cucina

Questo sito può guadagnare commissioni di affiliazione dai collegamenti in questa pagina. Istruzioni per l’uso.

(Foto: Robot di tutti i giorni, Google)
Molti robot sono creati per eseguire funzioni altamente controllate come friggere le patateE il Innafiando le pianteo raccolta dei rifiuti. Ma un robot davvero che cambia la vita è uno che può adattarsi a condizioni mutevoli – e talvolta frenetiche – (idealmente senza di essa). perde la calma). Questa è la linea di pensiero che Google sta seguendo in quanto integra l’intelligenza artificiale nella gestione della lingua con un assistente bot facile da usare.

Modello linguistico di Google Paths (palma, palma) è una rete relativamente nuova di 540 miliardi di parametri creata per completare una serie di complesse attività linguistiche. Si dice che sia abbastanza intelligente da descrivere come risolve un problema di matematica e come ti dà fastidio spiegato le tue battute Invece di concentrarsi su un’area di ‘esperienza’ e ricominciare da capo ogni volta che impari una nuova abilità, PaLM può”mucchio“Conoscenze acquisite in precedenza per escogitare soluzioni a nuovi problemi, in modo simile a come gli esseri umani valutano nuove situazioni. Questo è importante se un robot mira ad assistere gli esseri umani nel loro lavoro quotidiano o nella vita personale”.

È successo che Alphabet, la società madre di Google, stesse lavorando a una nuova società di robotica chiamata Everyday Robots. Come suggerisce il nome, l’obiettivo dell’azienda è costruire robot che imparino da soli e si occupino di “compiti quotidiani che richiedono tempo”. Combinato con PaLM, SayCan di Everyday Robots diventa PaLM-SayCan, un robot in grado di valutare le sue capacità, il suo ambiente e l’attività che sta svolgendo, e quindi suddividere tale attività in sottoattività più piccole per raggiungere l’obiettivo desiderato.

(Foto: Robot di tutti i giorni, Google)

Sebbene la maggior parte dei robot venga testata all’interno dei confini di un laboratorio, l’obiettivo principale di PaLM-SayCan è aiutare a risolvere problemi e compiti diversi e spesso non pianificati. Ciò ha ispirato i team di Google e Everyday Robots a spostare invece il PaLM-SayCan in una cucina da ufficio. Qui, al PaLM-SayCan può essere chiesto di portare un sacchetto di patatine da un vassoio, scegliere tra Coca-Cola e Pepsi e persino aiutare gli esseri umani ad affrontare il problema della fuoriuscita di bevande.

READ  Galaxy Tab S8 si ricarica senza caricatore; Anche l'iPad ne include uno

Sentendo “Ho rovesciato la mia cola, puoi portare qualcosa da pulire?” PaLM-SayCan ha pianificato ed eseguito i passaggi necessari per trovare e raccogliere una spugna e portarla alla persona che ha versato la bevanda, secondo Posta su github. Un leggero cambiamento nelle istruzioni del bot ha cambiato con successo il risultato: “Ho versato la mia cola, puoi portarmene una sostitutiva?” PaLM-SayCan lo ha spinto a localizzare e prendere una lattina di Coca-Cola. Risultati di successo simili si sono verificati quando gli esseri umani hanno detto a PaLM-SayCan che avevano appena completato un esercizio e volevano che un drink e uno spuntino si riprendessero, oppure volevano che il robot ripulisse alcuni oggetti rimasti sul bancone della cucina. PaLM-SayCan può risolvere questi problemi quando è offerto in spagnolo, francese e cinese.

Ciò che è al tempo stesso impressionante e terrificante della suite PaLM-SayCan è che una volta che un robot ha appreso un’abilità, altri robot dotati di PaLM possono abbandonare il processo di apprendimento trasferendo rapidamente l’abilità a se stessi. Tuttavia, questo processo sembra richiedere l’intervento umano, quindi è improbabile che una flotta di bot PaLM-SayCan imparerà e distribuirà come conquistare il mondo in qualsiasi momento.

Leggi ora:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.