Gli amanti degli animali di Dhahran salvano i gatti randagi locali

Dhahran: nel complesso Al Mutlaq, situato sull’autostrada principale nel centro di Dammam, Khobar e Dhahran, c’è una comunità di sussurratori di gatti che salvano quanti più felini possibile.

I residenti del complesso sono visti da alcuni locali come salvatori dei tanti gatti indesiderati della zona. Il problema è iniziato nel 2016 quando ha iniziato a piovere gatti, e anche i gattini. L’area era invasa da fughe che la aggiravano, urlando, azzannando la pelliccia e sembravano terrorizzare tutti i camminatori notturni che incontravano.

Con l’aumentare della popolazione, nel quartiere si sparse presto la voce che i residenti del complesso avrebbero accolto e curato questo randagio. Ciò ha portato molti residenti dei quartieri vicini a lasciare gattini indesiderati vicino al cancello principale e ad allontanarsi.

Questi gattini serpeggiavano attraverso il cancello, oltrepassavano le amichevoli guardie di sicurezza e si mettevano a proprio agio. Un gruppo di residenti preoccupati ha notato la sovrappopolazione e ha deciso di raccogliere fondi per poter vaccinare e castrare questi amici animali pelosi.

altoLuci

• The Trap, Vitality and Return è composto da Sally Brown, Jawahar Jog Islam, Rekha Nair, Laura Masoni e Sana Tarneem Muhammad. Abbiamo avviato un programma TNR per questo gruppo nel 2016, quando il problema era enorme. “Abbiamo sempre avuto gatti nel complesso, i lavoratori li davano da mangiare, le famiglie li davano da mangiare, ma per un periodo di tempo abbiamo visto un improvviso aumento dei gatti”, ha detto Mohammed.

• Costa circa 300 riyal sauditi (79 dollari USA) per operazione TNR, quindi si sono rivolti a Sally Brown per chiedere aiuto. Aveva vissuto a Riyadh e sulla costa occidentale e aveva portato molte informazioni come veterinaria e su come raccogliere fondi per aiutare questi gatti.

• Laura Massoni è responsabile del “lavoro sporco” di incastrare la figlia di 10 anni. Hanno attirato il gatto con un piccolo piatto di cibo intorno alle 22:00 e hanno controllato la trappola la mattina alle 6:30. Tutte le persone intrappolate vengono annunciate sul gruppo dei social media e poi portate alla clinica avanzata per animali domestici. Devono avvolgere gli animali in asciugamani in modo che non si grattino le braccia.

Il gruppo per lo più espatriati sono i guardiani non ufficiali del gruppo “trappola, vitalità e ritorno” della comunità di al-Mutlaq, noto come TNR. Per questi gatti selvatici, il TNR è l’opzione migliore, secondo i membri della comunità Mutlaq, perché consente a questi gatti di essere sterilizzati e riportati nelle loro “case” all’aperto. Questo aiuta a controllare la salute della popolazione in generale e prevenire la diffusione della malattia.

READ  Tifosi del Manchester United nel mondo: Jeddah

Quando un gatto ha un “orecchio obliquo”, questo è il modo universalmente accettato per identificare un gatto selvatico sterilizzato, castrato e vaccinato. Ciò significa che un veterinario professionista rimuove una piccola parte della punta dell’orecchio per indicare che il gatto è sano ed è stato esaminato.

Il gruppo è composto da Sally Brown, Jawahar Jog Islam, Rekha Nair, Laura Masoni e Sana Tarneem Muhammad. “Abbiamo avviato un programma TNR per questo gruppo nel 2016, quando il problema era enorme. Avevamo sempre gatti nel complesso, e gli operai li davano da mangiare e le famiglie li davano da mangiare, ma per un periodo di tempo, noi ho visto un improvviso aumento.” nei gatti.”

“E i loro cicli riproduttivi sono molto ravvicinati, quindi hanno solo quattro mesi e mezzo e poi… vanno in calore, quindi vedremo gatti ovunque, produrre e allevare gattini in successione. Abbiamo scoperto che le persone stavano abbandonando, letteralmente a il cancello del complesso – e così abbiamo avuto tutti questi gatti abbandonati che entravano, cercando di marcare il loro territorio e invadere i gatti che erano già dentro. Ciò ha portato a molti litigi e attriti.

Vogliamo che siano più sani. Vogliamo che siano in grado di sopravvivere in natura perché ammettiamolo, non tutti possiamo far entrare i gatti e stare con noi. Se ti prendi cura di alcuni dei loro bisogni e necessità come vaccinarli, sterilizzarli e sterilizzarli, saranno molto più felici. Sono ben nutriti. vivere piu a lungo.

Sana canta Maometto

I miei figli non hanno dormito a causa del rumore. Abbiamo deciso che il problema era abbastanza urgente da dargli un’occhiata. La maggior parte di noi espatriati si è riunita e ora ha deciso che dobbiamo dare un’occhiata a questo.

Prima di allora, sfortunatamente in molte parti del paese, le persone catturavano gatti e gatti randagi e li scaricavano nel deserto, semplicemente dandoli via o avvelenando il loro cibo.

“Abbiamo deciso di no, non potevamo permettercelo. Così ci siamo incontrati con la direzione del complesso, con i proprietari e il gestore del complesso, e abbiamo firmato un accordo, dicendo che (prenderemo) la proprietà e la responsabilità di avviare un gruppo che si occuperebbe di intrappolare, castrare o sterilizzare i gatti e rilasciarli nello stesso luogo in cui li abbiamo trovati, per ottenere stabilità nella popolazione.

“Così l’abbiamo fatto. Poi ci siamo riuniti di nuovo e abbiamo raccolto i soldi come comunità. Naturalmente, alcuni di noi non erano d’accordo con la parte della sterilizzazione e della sterilizzazione perché pensano che non sia islamico e siamo in una comunità musulmana. paese. Ma ho fatto le mie ricerche personali su questo argomento. L’hadith che ho letto è che se è (per) il miglioramento della salute di un gatto, la castrazione e la sterilizzazione vanno bene, giusto Perché alla fine non rimuoviamo … paternità da loro, vogliamo che vivano una vita migliore.

READ  Sorteggio ottavi di finale di UEFA Champions League: il Liverpool affronta ancora una volta il Real Madrid

“Vogliamo che siano più sani. Vogliamo che siano in grado di sopravvivere in natura perché, ammettiamolo, non possiamo lasciare che tutti i gatti entrino e stiano con noi. Se ti prendi cura di alcuni dei loro bisogni e necessità come Vaccinandoli, sterilizzandoli e castrandoli, saranno più felici, sono ben nutriti”, ha detto Mohammad.

Costava circa 300 riyal sauditi ($ 79) per TNR e così si sono rivolti a Sally Brown per chiedere aiuto. Aveva vissuto a Riyadh e sulla costa occidentale e aveva portato molte informazioni come veterinaria e su come raccogliere fondi per aiutare questi gatti.

Vivo nel Regno da 20 anni e vivo in questo complesso da 11 anni. Sono stato coinvolto per la prima volta con i gatti TNR a Riyadh presso la National Guard Medical City a causa dell’invasione di gatti ( ). Non è stato troppo difficile fare questo processo perché ci sono migliaia di persone che vivono lì. Quindi possiamo lavorare in gruppo.

Anche a Jeddah, a Rabigh, non è stato difficile farlo perché c’era un gruppo così numeroso di persone in grado di aiutare, ha detto Brown. Al contrario, il complesso di al-Mutlaq è piccolo.

Poi io e i miei amici abbiamo creato questo gruppo, rendendoci conto del fatto che eravamo sorpassati durante la stagione dei gatti, non era raro trovare un gatto sdraiato sul prato da un giorno, avrebbe dovuto essere preso e pulito o sarebbe morto .

“Le mamme li avrebbero lasciati perché non erano in grado di gestirli. Così ci siamo riuniti e abbiamo pensato di mettere insieme un gruppo. La prima cosa che ho fatto quando l’ho sistemato è stata chiamare la clinica per animali avanzata che ha appena aperto qui a Khobar. “

Ho contattato il titolare dell’azienda, che ha accettato di concedergli uno sconto del 50% su tutti gli acquisti. Le risorse sono state utilizzate per i gatti malati e feriti. Tuttavia, Brown ha ammesso che la raccolta fondi era difficile e ai residenti del complesso è stato chiesto di “accarezzare il gatto” con i soldi. Altri sforzi di raccolta fondi hanno incluso lo svolgimento di eventi, come la vendita di prodotti fatti a mano e prodotti da forno, con bambini e coniugi coinvolti per dare una mano.

READ  Lionel Messi: club per ragazzi e la peggiore squadra del mondo - chi ha provato a firmare il free agent?

“Il modo in cui raccogliamo fondi è una battaglia costante, ma in qualche modo ci arriviamo sempre. La cosa più importante è anche che, nel corso degli anni, siamo davvero riusciti a stabilizzare la popolazione qui. Il posto brulicava di gatti randagi di notte”, ha detto Brown. .

Rekha Nair, entrata a far parte del gruppo TNR due anni fa, ha affermato che il gruppo WhatsApp è stato creato per condividere informazioni e preoccupazioni. “Cammino per il complesso scattando foto di gatti e poi gli diamo un nome. Quindi, quando scattiamo una foto di un gatto che sappiamo essere capovolto, quel gatto è già sistemato, quindi non dobbiamo preoccuparci di quella foto o portalo dal veterinario Condividiamo la foto in un gruppo WhatsApp, così sappiamo dove passano molto tempo e così possiamo metterci la trappola.

Laura Masoni è responsabile dello “sporco affare” di intrappolare la figlia di 10 anni. Hanno attirato il gatto con un piccolo piatto di cibo intorno alle 22:00 e hanno controllato la trappola la mattina alle 6:30. Tutti gli intrappolati vengono annunciati sul gruppo dei social media e poi portati all’APC. Devono avvolgere gli animali in asciugamani in modo che non si grattino le braccia.

“Abbiamo tre trappole, un gatto alla volta. Sono come grandi gabbie, in cui mettiamo del cibo. Lo faccio quasi ogni notte perché ho lavorato nel complesso dando da mangiare ai gatti e se ci sono dei nuovi gatti che devono essere riparati, condividiamo l’immagine con la loro posizione e diciamo “Sì, quindi deve essere fatto”.

Ed è così che, finora, siamo riusciti a sistemare più di 50 gatti dal 2016. Quest’anno, abbiamo sistemato circa 20 gatti che, quando Juju (Jawahir al-Islam) era qui, era solito allestire due o tre trappole per gatti ogni notte del complesso, quindi siamo riusciti a catturare tre gatti in una volta sola.

Le persone possono donare direttamente ad APC, se lo desiderano, oppure possono donare a una delle nostre case. Contiamo tutto. “Tieni un registro di tutti i soldi, ecco come funziona”, ha detto Brown.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *