Giovinazzi alla guida delle FP1 per il team Haas F1 in Italia e USA

Il pilota di riserva della Ferrari sarà al volante della VF-22 sia a Monza che al Circuit of the Americas, dove gli attuali piloti Mick Schumacher e Kevin Magnussen si alterneranno per consegnare le loro vetture all’italiano.

Giovinazzi ha gareggiato l’ultima volta in F1 nel 2021 prima di passare alla Formula E con Dragon Penske Racing, ma ha mantenuto il suo ruolo con la Ferrari.

Potrebbe anche essere un contendente per un seggio con Haas per il 2023, con il futuro di Schumacher incerto mentre Magnussen ha un contratto pluriennale.

Il 28enne ha dichiarato: “Sono molto felice di avere l’opportunità di guidare di nuovo nei corsi ufficiali di F1.

“Oltre alla guida simulata, è importante testare un’auto reale e non vedo l’ora di rimettere tuta e casco. Questa sarà un’opportunità per avere fiducia nelle auto di nuova generazione, è il modo migliore per prepararmi se mi vengo chiamato come pilota di riserva.

“Guidare su piste impegnative ed emozionanti come Monza e COTA lo rendono ancora più emozionante. Grazie al Team Haas F1 e alla Scuderia Ferrari, non vedo l’ora di dare il mio contributo alla squadra che ha già fatto affidamento su di me nel 2017”.

Antonio Giovinazzi, pilota di riserva, Ferrari

Fotografia: Mark Sutton / foto di sport motoristici

Il team principal Gunther Steiner ha aggiunto: “Siamo lieti di accogliere nuovamente Antonio Giovinazzi in rosa per entrambe le partite della FP1.

“La Ferrari non vedeva l’ora di concedere ad Antonio un po’ di posto a sedere su un’auto di Formula 1 con le specifiche attuali questo fine settimana di gara e siamo stati naturalmente felici di aiutare.

READ  I tifosi della Lazio hanno in programma di manipolare una vittoria per Anna della celebrità italiana a favore di GAZA

“Abbiamo vissuto una situazione simile nel 2017 con Antonio e la Ferrari – l’evidente differenza tra allora e oggi è l’esperienza che ha maturato gareggiando nelle tre stagioni precedenti in Formula 1 e il feedback che sarà in grado di darci, Italia e America.

Non vedo l’ora di rivedere Antonio e di riportarlo sul ring con noi”.

Giovinazzi, entrato in Alfa nel 2019, è stato il primo italiano a gareggiare in F1 a tempo pieno dalla stagione 2011.

Il pilota italiano ha segnato 21 punti nelle sue tre stagioni prima di perdere il posto a favore di Zhou Guanyu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.