Gasdotto trasformato per riprendere la consegna in Italia

Il gasdotto Transmed riprenderà oggi le consegne di gas dall’Algeria all’Italia dopo un periodo di manutenzione di sette giorni. quest’anno,

Gasdotto trasformato per riprendere le consegne in Italia | Foto: Monitor del Medio Oriente

Il gasdotto Transmed riprenderà oggi le consegne di gas dall’Algeria all’Italia dopo un periodo di manutenzione di sette giorni.

Quest’anno l’Algeria ha scavalcato la Russia per diventare il principale fornitore di gas per l’Italia. Il primo ministro italiano uscente Mario Draghi ha recentemente raggiunto un accordo con l’Algeria per aumentare le spedizioni attraverso il gasdotto TransMed fino a nove miliardi di metri cubi all’anno nel 2023-2024. La scorsa settimana i due paesi hanno raggiunto un accordo in base al quale alcune società energetiche, tra cui l’azienda italiana Dove seiInvestirà 4 miliardi di dollari in un sito nelle vicinanze di Birkin per produrre un miliardo di barili di petrolio equivalente.

L’accordo aiuterà il governo italiano a riempire il suo sistema di stoccaggio del gas almeno fino al 90% entro novembre – in linea con un obiettivo a livello di UE – poiché l’unione mira a diversificare le sue catene di approvvigionamento del gas lontano dalla dipendenza russa.

I paesi africani sono ben posizionati per diventare i principali fornitori di gas dell’Unione Europea. Sebbene l’Algeria abbia un vantaggio dovuto alla sua relazione di lunga data con Eni, potrebbe non raggiungere l’obiettivo di 9 miliardi di metri cubi a causa di problemi di capacità dei gasdotti, mancanza di capacità inutilizzata e aumento della domanda interna, che potrebbero lasciare aperture da riempire per altri paesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.