Funzionari ucraini hanno affermato che i bombardamenti intorno a Kharkiv sono aumentati durante la notte senza l’incursione delle forze russe

Il canale russo RT ha intervistato i cittadini statunitensi catturati Alexander John Robert Drake, 39 anni, e Andy Tay Ngoc Huynh, 27 anni, in un centro di detenzione nella cosiddetta Repubblica popolare di Donetsk (DPR) venerdì 17 giugno, secondo un rapporto. Inserito su RT. (Darwick Rabbit/Joy Black)

Secondo i media statali russi, i separatisti sostenuti dalla Russia hanno arrestato a Donetsk combattenti statunitensi che si offrivano volontari per l’Ucraina dopo essere stati catturati dalle forze russe la scorsa settimana.

I cittadini statunitensi Alexander John Robert Drake, 39 anni, di Tuscaloosa, Alabama, e Andy Tay Ngoc Huen, 27 anni, di Hartselle, Alabama, sono stati intervistati da RT russo in un centro di detenzione nella cosiddetta Repubblica popolare di Donetsk (DPR) venerdì, Secondo un rapporto pubblicato su RT.

Dispersi vicino a Kharkiv: Gli americani sono stati persi il 9 giugno durante la battaglia di North Kharkiv e si teme che siano stati catturati dalle forze russe, secondo le loro famiglie e compagni combattenti.

Manifestazioni video: Venerdì sono apparsi brevi video sui canali filo-russi e sui social media che mostravano gli uomini arrestati in un luogo sconosciuto. All’epoca non era chiaro chi li stesse trattenendo.

Un portavoce del Dipartimento di Stato ha detto alla Galileus Web venerdì di aver “visto foto e video di questi due cittadini americani che, secondo quanto riferito, sono stati catturati dalle forze militari russe in Ucraina”.

“Stiamo monitorando da vicino la situazione e i nostri pensieri sono rivolti alle loro famiglie in questo momento difficile”, hanno affermato.
“Siamo in contatto con le autorità ucraine, il Comitato internazionale della Croce Rossa e con le stesse famiglie… Per motivi di privacy, non abbiamo ulteriori commenti su questi casi”.

Separatamente, sabato è stato pubblicato un video modificato di 50 minuti in cui Druk e Hinh hanno rilasciato un’intervista a HelmCast, un canale YouTube nazionalista serbo e filo-russo.

Donetsk: Nell’intervista, un uomo dietro la telecamera può essere sentito rivelare dove si sono incontrati quando ha detto “qui a Donetsk” durante una domanda a Drueke.

READ  Il vaccino AstraZeneca è stato nuovamente approvato questa settimana - parti interessate - Bloomberg

È stato picchiato durante la detenzione: Durante l’intervista è stato anche chiesto a Drueke se avesse obiezioni su come era stato trattato dopo il suo arresto e ha rivelato di essere stato picchiato più volte.

Perché il loro sito è importante: Il luogo di detenzione di Drueke e Huynh è uno sviluppo preoccupante. La Russia ha una moratoria sulla pena di morte, mentre Donetsk usa gli squadroni della morte per giustiziare i prigionieri condannati, secondo il media statale russo RIA Novosti.

Combattenti stranieri: Il 9 giugno, un tribunale della Repubblica Democratica del Congo ha condannato a morte combattenti stranieri, cittadini britannici e un cittadino marocchino dopo averli accusati di essere “mercenari” dell’Ucraina. La corte, che non è riconosciuta a livello internazionale nella Repubblica Democratica del Congo, ha affermato che gli uomini hanno avuto un mese per presentare ricorso.

Scambio di prigionieri intermittenti: Le speranze che uno scambio di prigionieri tra l’Ucraina e i separatisti filo-russi avrebbe portato al rilascio di combattenti stranieri detenuti a Donetsk sono state deluse dopo che Denis Pushlin, presidente della Repubblica popolare democratica di Corea, ha affermato che tali scambi erano fuori questione.

“Lo scambio di uomini britannici condannati a morte nella RDC non è in discussione e non ci sono motivi per perdonarli”, ha detto giovedì Pushlin al quotidiano investigativo indipendente russo Novaya Gazeta.

La Repubblica popolare di Donetsk non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sulla detenzione di Druki e Huynh.

La CNN sceglie di non trasmettere i video dei detenuti americani perché mostrano gli uomini che parlano sotto costrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.