Focolaio di morbillo in Zimbabwe: il bilancio delle vittime supera i 700, la campagna vaccinale ha vaccinato il 27 per cento della popolazione target



su di me Seguire l’epidemia di morbillo Concentrato nella parte orientale dello Zimbabwe, il Ministero della Salute ha segnalato altri sei decessi sospetti per morbillo da Masvingo, portando il bilancio delle vittime a 704 dall’aprile di quest’anno.

Al 6 settembre, lo Zimbabwe ha segnalato 6.551 casi di morbillo durante questo periodo, quasi la metà dei quali dal Manicaland.

Si è conclusa oggi la campagna vaccinale iniziata il 29 agosto. L’obiettivo era di 2,3 milioni di bambini dai sei ai 59 mesi.

Il 26,9% del target, ovvero 623.810, è stato vaccinato.

Il morbillo è un virus altamente contagioso che si diffonde nell’aria per contatto diretto con goccioline infettive o per diffusione aerea quando una persona infetta respira, tossisce o starnutisce. Il virus del morbillo può sopravvivere fino a due ore nello spazio aereo dopo che una persona infetta ha lasciato l’area.

Le persone possono diffondere il morbillo fino a quattro giorni prima e quattro giorni dopo la comparsa dell’eruzione cutanea.

Segni e sintomi del morbillo includono rash maculopapulare, febbre alta, tosse, naso che cola o occhi rossi e lacrimosi.

Il morbillo può essere grave in tutte le fasce d’età e può portare a gravi complicazioni, come la polmonite (infiammazione dei polmoni) e la morte. Diversi gruppi hanno maggiori probabilità di avere complicazioni dovute al morbillo, compresi i bambini di età inferiore ai cinque anni, gli adulti di età superiore ai 20 anni, le donne in gravidanza e le persone con un sistema immunitario indebolito, come la leucemia o l’infezione da HIV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.