Filmare un agente di polizia della Florida che trascina le manette a terra e spara

(AP)

un fl Poliziotto chi è stato ripreso mentre trascinava in prigione una donna ammanettata è stato licenziato.

L’agente Gregory Dimon ha violato le politiche del dipartimento di polizia di Tampa durante l’incidente di novembre, Scoperto un’indagine interna.

L’ufficiale è stato con il dipartimento dal 2016 e martedì i funzionari hanno annunciato ufficialmente il suo licenziamento.

Il sospetto è stato arrestato per violazione di domicilio e il video della telecamera del corpo l’ha mostrata mentre si rifiutava di lasciare l’auto di pattuglia dell’ufficiale nella prigione di East Road. Gli dice: “Voglio che mi trascini”.

Le riprese video hanno mostrato l’agente Damon che rimuoveva la donna dall’auto e la trascinava per un braccio su un pavimento di cemento.

Durante l’incidente, l’ufficiale una volta si è fermato e le ha detto di alzarsi da terra, ma lei ha rifiutato. Ha poi continuato a trascinarla nel corridoio dove ha chiamato altri agenti per aiutarlo, dove il videoclip si è interrotto.

Il sospetto non è rimasto ferito durante l’incidente ma ha usato “un linguaggio volgare e osceno”. In risposta, “Invece di rimanere professionale, lo stesso Damon ha fatto commenti maleducati e dispregiativi al detenuto”, TPD ha detto in una dichiarazione.

TPD afferma di aver cambiato la sua politica nel 2013 per impedire ai suoi agenti di trascinare sul terreno i sospetti non collaborativi.

Il dipartimento afferma che gli agenti dovrebbero invece avvalersi dell’assistenza delle forze dell’ordine o del personale di custodia carceraria per aiutarli a spostare un prigioniero.

“La professionalità non è solo attesa, ma richiesta, in ogni incontro tra i nostri ufficiali e il pubblico, non importa quanto poco collaborativo o sgradevole possa essere il detenuto in cambio. Come agenti delle forze dell’ordine, siamo tenuti a standard più elevati”. Me l’ha detto il capo della polizia provvisoria Berko. “Le azioni di un individuo non dovrebbero distorcere il lavoro dei quasi 1.000 agenti che proteggono e servono la nostra città, che in un dato giorno incontrano persone che scelgono di non collaborare durante il processo di prenotazione e custodia; tuttavia, non consentono a quell’individuo di azioni per dissuaderli dal seguire le politiche e le procedure in vigore per la sicurezza. Le azioni di questo ex ufficiale erano inaccettabili e non tollerate in questo dipartimento, motivo per cui abbiamo agito rapidamente avviando un’indagine interna, sollevandolo dai suoi incarichi e, infine, terminare il suo rapporto di lavoro”.

READ  Gli Stati Uniti dichiarano ufficialmente che l'esercito russo ha commesso crimini di guerra in Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *