Home / Politica / Facciolla: Il mio Pd, un partito radicato sul territorio

Facciolla: Il mio Pd, un partito radicato sul territorio

“Un partito ancorato al territorio che deve tornare a parlare alla gente”. Questo è il Partito democratico che Vittorino Facciolla, candidato alla segreteria regionale, immagina al termine delle Primarie. “Le primarie rappresentano una partita all’interno di un partito – ha sottolineato  il consigliere regionale- una manifestazione alta di democrazia. Ecco perché non mi interessa rispondere a provocazioni e polemiche: bisogna ricostruire, ristabilendo anche l’appeal del partito e per questo serve una grande condivisione di intenti. Credo alle ragioni del centrosinistra, ancorato al territorio. Di una sinistra di governo e non antagonista. Le ragioni della mia candidatura sono antiche – ha precisato Facciolla – perché ho sempre militato nel Partito Democratico e con un monocolore ho guidato dal 2007 il comune di San Martino in Pensilis. Poi,  la piccola parentesi datata 2013 in un gruppo civico a sostegno di Paolo di Laura Frattura alle Regionali. Ho sempre fatto l’amministratore, senza mai avere ruoli dirigenziali: sono stato sindaco, consigliere regionale e vicepresidente della giunta regionale e la composizione delle liste ricalca la mia esperienza. Un terzo della lista è formato da amministratori, 8 sono i sindaci, 40 gli amministratori. La metà dei candidati ha meno di 40 anni, il 20% è costituito da under 30 e addirittura abbiamo due ragazzi del ‘99 e un millenials tra le nostre fila: è chiaro che si tratta di una proposta di rinnovamento. Un partito dinamico, non ancorato a logiche lobbistiche, aperto al confronto e al dibattito interno, alla sintesi. Se sarò io a guidare la segreteria – ha assicurato Facciolla – ci saranno chiare indicazioni comportamentali: un’organizzazione forte, grande presenza sul territorio, proposte sui temi e proposte alternative ai temi. Abbiamo bisogno di un partito capace di difendere le scelte e di leggere criticamente gli errori commessi, per una nuova visione di futuro”.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Precariato prossimo venturo. Dopo i corsi professionali per pizzaioli, parrucchieri e baristi sono quelli per “operatori” e “customer care” dei Call center ad essere finanziati dalla Regione

La Formazione professionale era e rimane un punto fermo del mercato del lavoro che dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *