Enbridge vende le quote dell’oleodotto dell’Alberta a gruppi indigeni per 1,12 miliardi di dollari

Enbridge ha annunciato la vendita di una quota di minoranza in sette dei suoi gasdotti in Alberta a quasi due dozzine di comunità indigene in quello che viene annunciato come il più grande accordo del suo genere fino ad oggi in Nord America.


La società ha affermato che 23 comunità First Nations e Métis pagherebbero 1,12 miliardi di dollari per una partecipazione dell’11,57% in sette oleodotti Enbridge nella regione ricca di petrolio di Athabasca in Alberta.


Una nuova entità chiamata Athabasca Indigenous Investments supervisionerà l’investimento, secondo il comunicato stampa.


“A nome di Indigenous Partners, siamo orgogliosi di diventare azionisti di queste risorse di alta qualità che contribuiscono all’approvvigionamento energetico e alla sicurezza in Nord America”, ha affermato nella dichiarazione Justin Burke, presidente di Athabasca Indigenous Investments.

In un rapporto ai clienti, Maurice Choi, analista di RBC Capital Markets, ha affermato che l’entità dell’accordo non era “particolarmente rilevante” per Enbridge. Tuttavia, ha stimato che aiuterebbe le metriche del debito della società.

Nella dichiarazione, il presidente e amministratore delegato di Enbridge Al Monaco ha affermato che la transazione “è pienamente in linea con la nostra priorità di riciclare il capitale a valutazioni interessanti, che possono essere utilizzate per finanziare una moltitudine di opportunità di crescita all’interno delle nostre piattaforme tradizionali a basse emissioni di carbonio”.

READ  La riparazione della batteria GM Chevy Bolt EV può portare a molti proprietari più autonomia di quanto non avessero originariamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.